sabato 14 maggio 2016

28. A completamento

sabato 14 maggio 2016

Nella Via del Mago nulla deve rimanere in sospeso… tutto deve raggiungere il suo completamento.


Parte Prima

Il Gran Dragone Scarlatto
Il Gran Dragone Scarlatto, il Drago-Serpente Rosso Leviathan, la Bestia Selvaggia dalle Otto Teste e Tredici Corna, possiede un aspetto triplice: quello geologico, quello di ente e quello di dio.
Il Gran Dragone Scarlatto nella sua manifestazione triplice è rappresentato: dalle otto isole di Argonia che emergeranno dal mare, dall’ente Dragone Rosso e dal dio Satan (SAThAN).

Ciò che deve precedere
Nove accadimenti naturali si sono verificati fino il mese di dicembre del 2012. Ora manca il decimo accadimento… l’Ascesa del Serpente di Fuoco terrestre con l’attivazione dei sedici centri di forza, tramite lo scatenamento di un forte terremoto in California. Dopo questo accadimento potrà manifestarsi l’Apocalisse argoniana.

La formula naturale-alchemica del Gran Dragone Scarlatto
La formula naturale-alchemica del Gran Dragone Scarlatto è data da un “programma”, costituito da due “sotto-programmi”.
Il primo “sotto-programma” è naturale-temporale: esso è costituito da quindici fasi (divise in dieci cicli); invece il secondo “sotto-programma” è alchemico-spaziale: esso è costituito da quindici eventi. Entrambi i “sotto-programmi” vennero realizzati fra il 1982 e il 2012.
L’unione dei due “sotto-programmi” genera la formula naturale-alchemica del Gran Dragone Scarlatto, in cui il tempo e lo spazio si fondono in un continuum, il prodursi dell’evento: l’emersione delle otto isole di Argonia con l’ottava che si manifesta per prima.

La costituzione del Dragone Rosso
La costituzione del Dragone Rosso è complessa.
La metà destra del Dragone Rosso è di energia naturale (aoùr) e la metà sinistra è di energia alchemica (Luce sfolgorante cristallina). Inoltre, nel ventre del Dragone Rosso è presente un Globo della stessa costituzione energetica. Nel Globo sono presenti due Sigilli (“programmi”) riguardanti la Fine dei Tempi: il primo Sigillo contiene un programma alchemico-spaziale, mentre il secondo contiene un programma naturale-temporale.
Infine, sulla fronte dell’ottava Testa del Dragone Rosso è collocato un Diadema: la metà a destra del Diadema è di energia atomica naturale e la metà a sinistra è di energia alchemica (Luce sfolgorante cristallina). Nel Diadema sono presenti due programmi: uno di energia naturale ed uno di energia alchemica.

Considerazione
Il 7 dicembre 2015 l’Arca dell’Alleanza Celeste inviò un simbolo oxiano nella parte sinistra del corpo del Dragone Rosso, parte che venne mutata in Luce sfolgorante cristallina, pertanto venne anche mutata la metà a sinistra del Globo contenuto nel ventre del Dragone Rosso e la metà a sinistra del Diadema situato sulla sua ottava Testa. Fu questa la mutazione ultima del Dragone Rosso, mutazione voluta dalla più evoluta razza extraterrestre, l’oxiana. A questo punto, però, si deve tenere presente che la parte destra del Diadema è costituito di energia atomica naturale, pertanto tale parte deve essere mutata in energia non-atomica naturale (aoùr).

L’accettazione
Il 2 maggio 2016 mutammo, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, la parte destra del Diadema situato sulla fronte dell’ottava Testa del Dragone Rosso. Tale parte venne mutata da energia atomica naturale in energia non-atomica naturale (aoùr), a rappresentare la nostra risposta di accettazione alla mutazione ultima del Dragone Rosso.
N.B. – La nostra accettazione deve essere considerata come la finale mutazione del Dragone Rosso, poiché nulla può essere attuato senza la nostra ultima approvazione.

L’azione del Dragone Rosso
Il Dragone Rosso si trova nel Tempio di Argonia, collocato nel cielo, sopra l’Oceano Atlantico… e più precisamente nella posizione prevista per l’emersione della quarta isola (quella centrale) di Argonia. Tale Drago, tramite la Guardiana del Tridente, darà l’input al Tridente (strumento dei Lomariani che risiede nelle profondità marine) affinché emetta delle vibrazioni che faranno emergere, nell’Oceano Pacifico, l’ottava isola di Argonia… prima delle altre sette.
In seguito, Il Dragone Rosso, tramite l’Angelo della Morte, darà l’input all’Arma da Guerra affinché emetta un Raggio di Luce arcuato che colpirà il Simbolo Segreto e che produrrà una stimolazione sul collegamento energetico. Il collegamento, a sua volta, stimolerà i due Triangoli di Forza (uno nell’Oceano Pacifico e l’altro nell’Oceano Atlantico) che in sintonia vibrazionale causeranno lo sconvolgimento del Drago Terrestre (la consapevolezza della Terra). Inoltre, il Raggio di Luce – Serpente di Platino – penetrerà all’interno del pianeta e un fortissimo terremoto causerà l’emersione, nell’Oceano Atlantico, delle rimanenti sette Isole di Argonia. Infine, l’azione del Serpente di Platino determinerà, nell’arco di quattro giorni, la riconnessione completa della Terra con la Luce connettiva dell’universo e la mutazione totale della bolla di proto-energia del pianeta.

Il dio Satan
Per capire chi è il dio Satan (SAThAN, il livello del 15) dobbiamo prendere in considerazione Ra-Hoor-Khuit, Hoor-paar-Kraat ed Heru-ra-ha.
Il dio Ra-Hoor-Khuit (livello del 12) rappresenta l’aspetto inferiore di Seth, il dio On, il Sole-Lucifero, la Grande Bestia 666.
Il dio Hoor-paar-Kraat (livello del 13) rappresenta il lato oscuro (il gemello oscuro) celato in Ra-Hoor-Khuit.
L’unione di Ra-Hoor-Khuit e Hoor-paar-Kraat genera il dio Heru-ra-ha (livello del 14), il dio Hrumachis (il Signore del doppio orizzonte).
Il dio Heru-ra-ha elevato (livello del 15) rappresenta l’aspetto superiore di Seth (Lucifero), il grande dio On (il Sole Supremo), il dio Satan (il Sole Nero di mezzanotte).


Parte Seconda

La formula delle cinque forme della Morte
Esistono cinque forme della Morte: morte per omicidio, morte per incidente, morte per malattia, morte per suicidio, morte per vecchiaia.
Nel precedente Grande Edificio naturale-alchemico, relativo alla prima oscillazione del Pendolo, si manifestarono le prime quattro forme della Morte che coinvolsero quattro persone: la signorina Reja Anica, il signor Nevio Viola, il professor Umberto Eco ed io. I primi tre personaggi morirono: Reja Anica venne uccisa, Nevio Viola morì di incidente e Umberto Eco subì una duplice morte: per malattia e per suicidio. Io, invece, affrontai tutte e quattro le morti, riuscendo ad evitarle… non solo, evitai anche la morte per vecchiaia.
Nel presente Grande Edificio naturale-alchemico, relativo alla seconda oscillazione del Pendolo, si manifestano tutte e cinque le forme della Morte, ma nella sequenza inversa: morte per vecchiaia, morte per suicidio, morte per malattia, morte per incidente, morte per omicidio. Tali morti coinvolgono cinque personaggi: la donna prestanome, due fratelli, un notaio e l’uomo dietro le quinte. Dato che le cinque forme della Morte si manifestano nella sequenza inversa il primo a dover morire sarà il quinto personaggio (l’uomo dietro le quinte), seguito dal quarto (il notaio), quindi dal terzo (uno di due fratelli), poi dal secondo (uno di due fratelli) ed infine dal primo (la donna prestanome).

A completamento della nona operazione tenebrosa
Il 20 dicembre 2015 venne effettuata la nona operazione tenebrosa contro i fratelli Mantel. Tale operazione riguardava l’invio in Gerhard Mantel di un campo di forza di energia naturale-alchemica (sfera di Luce sfolgorante oscura, contenente una sfera di energia naturale nera con al centro un nucleo di energia rossa), avente lo scopo di cagionargli la morte fisica. Dopo il suo decesso, la sfera di morte sarebbe dovuta entrare nel corpo di Felix Mantel per cagionargli la stessa fine.
Ora prendiamo atto che la nona operazione non era completa, infatti, il suo completamento è dato dalla formula delle cinque forme della Morte… forme che devono essere applicate ai cinque personaggi. Pertanto si deve iniziare dalla morte per vecchiaia destinata all’uomo dietro le quinte.

La quinta forma della Morte
La quinta forma della Morte è quella per vecchiaia. Essa si manifesta per depauperamento dell’energia vitale… e il cuore si ferma.
Il 16 aprile 2016 l’Arca dell’Alleanza Celeste creò l’ente Axhior, un’entità maschile di Luce sfolgorante oscura.
Il 25 aprile 2016 l’ente Axhior venne inviato contro l’uomo dietro le quinte, al fine di cagionargli la morte per vecchiaia. In pratica, l’entità gli proiettò dell’energia di Luce sfolgorante oscura dentro l’apertura della bolla di proto-energia (sita all’altezza dell’ombelico).

La presa d’atto
Preso atto che la nona operazione non era completa dobbiamo rivedere lo schema operativo di morte connesso ai fratelli Mantel.
In pratica, contro Gerhard Mantel vennero inviati otto enti e tre campi di forza, mentre contro Felix Mantel vennero inviati otto enti e un campo di forza. Preso atto che la morte per malattia viene destinata a Felix Mantel dobbiamo rivedere lo schema operativo nel seguente modo: il campo di forza di energia naturale-alchemica deve essere inserito nel corpo di Felix Mantel.
In definitiva, contro Gerhard Mantel vengono inviati otto enti e due campi di forza e così, pure, per Felix Mantel.

La sostituzione
Il 28 aprile 2016 l’Arca dell’Alleanza Celeste trasferì dal corpo di Gerhard Mantel a quello di Felix Mantel il campo di energia naturale-alchemica di morte.
In pratica, l’Arca dell’Alleanza Celeste inviò nella zona intestinale di Felix Mantel la sfera alchemica (Luce sfolgorante oscura) contenente la sfera naturale (energia nera con al centro un nucleo di energia rossa).
N.B. – Dopo il decesso di Felix Mantel, il campo di energia naturale-alchemica di morte deve essere inviata contro gli ingiusti.

Considerazione sull’attacco contro i fratelli Mantel
Contro i fratelli Mantel sono state effettuate nove operazioni.
Per mezzo delle prime otto operazioni vennero inviati tredici campi di forza: otto di energia naturale di morte, quattro di energia alchemica di morte e uno di energia naturale-alchemica di morte. Le otto operazioni rappresentano, simbolicamente, le Otto Teste del Dragone Scarlatto, mentre i tredici campi di forza rappresentano, effettivamente, le Tredici Corna sulle Otto Teste.
Per mezzo della nona operazione venne inviato un quattordicesimo e un quindicesimo campo di forza: un campo di energia naturale-alchemica di morte e un campo di energia alchemica di morte. La nona operazione rappresenta, simbolicamente, il Corpo del Dragone Scarlatto, invece il quattordicesimo campo di forza rappresenta, effettivamente, le Otto Teste del Dragone Scarlatto e il quindicesimo campo di forza rappresenta, effettivamente, il Corpo del Dragone Scarlatto.

La sequenza temporale delle cinque forme della morte
Il 25 aprile 2016 l’ente Axhior venne inviato contro l’uomo dietro le quinte, al fine di cagionargli la morte per vecchiaia. A seguire, la morte per suicidio destinata al notaio, la morte per malattia destinata a Felix Mantel (uno dei due fratelli), la morte per incidente destinata a Gerhard Mantel (uno dei due fratelli) e la morte per omicidio destinata alla donna prestanome.
N.B. – L’entità Axior inserisce i cinque personaggi nel nostro Edificio naturale-alchemico, cioè quello personalizzato che, a sua volta, è inserito nell’attuale Grande Edificio naturale-alchemico.

La quarta forma della morte
La quarta forma della Morte è quella per suicidio. Essa si manifesta per induzione al suicidio.
Il 3 maggio 2016 l’ente Axhior venne inviato contro il notaio, al fine di cagionargli la morte per suicidio. In pratica, l’entità gli proiettò dell’energia di Luce sfolgorante oscura dentro l’apertura della bolla di proto-energia (sita all’altezza dell’ombelico).

La terza forma della morte
La terza forma della Morte è quella per malattia. Essa si manifesta per induzione alla malattia.
Il 4 maggio 2016 la sfera alchemica contenente la sfera naturale venne attivata, al fine di cagionare a Felix Mantel la morte per malattia. In pratica, l’Arca dell’Alleanza Celeste diede un input al campo di energia naturale-alchemica di morte contenuto nella zona intestinale di Felix Mantel.

La seconda forma della morte
La seconda forma della Morte è quella per incidente. Essa si manifesta sotto forma di incidente.
Il 5 maggio 2016 l’ente Axhior venne inviato contro Gerhard Mantel, al fine di cagionargli la morte per incidente. In pratica, l’entità Axhior determina le condizioni adatte affinché la vittima subisca un incidente mortale.

La prima forma della morte
La prima forma della Morte è quella per omicidio. Essa si manifesta sotto forma di omicidio.
Il 6 maggio 2016 l’ente Axhior venne inviato contro la donna prestanome, al fine di cagionarle la morte per omicidio. In pratica, l’entità Axhior crea le condizioni adatte affinché la vittima venga uccisa.

Lo schema operativo di morte connesso ai cinque personaggi
Lo schema operativo di morte connesso ai cinque personaggi riguarda la formula simbolica ed effettiva del Dragone Scarlatto.
La formula simbolica del Dragone Scarlatto: le prime otto operazioni rappresentano le Otto Teste del Dragone Scarlatto, mentre la nona operazione rappresenta il Corpo del Dragone Scarlatto.
La formula effettiva del Dragone Scarlatto: i primi tredici campi di forza rappresentano le Tredici Corna sulle Otto Teste del Dragone Scarlatto, invece il quattordicesimo campo di forza rappresenta le Otto Teste del Dragone Scarlatto e il quindicesimo campo di forza rappresenta il Corpo del Dragone Scarlatto.


Parte Terza

Uno strumento rettiliano
Il 27 aprile 2016 entrammo in contatto con uno strumento rettiliano, emanante correnti di energia con annessi Guardiani. Inoltre, allo strumento alieno era collegato un campo di forza bianco con entità.
L’entità bianca aveva la funzione di localizzare le persone e di informare il campo di forza che, a sua volta, identificava i soggetti in questione. Dopo l’identificazione, l’informazione passava allo strumento rettiliano che influiva sulle persone, secondo la loro natura. Ovviamente, noi eravamo sottoposti ad un influsso negativo.
Il 29 aprile 2016 eliminammo, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, il campo di forza con l’entità, quindi le correnti di energia con i Guardiani. Infine, disattivammo lo strumento rettiliano.

La creazione della Farfalla di Luce sfolgorante luminosa
L’1 maggio 2016 l’Arca dell’Alleanza Celeste creò una Farfalla di Luce sfolgorante luminosa. La funzione della Farfalla è di localizzare le persone a noi consone e quindi farcele conoscere.

La creazione dell’ente Morhar
Il 2 maggio 2016 l’Arca dell’Alleanza Celeste creò l’ente Morhar, un’entità maschile di Luce sfolgorante luminosa. La funzione dell’entità è di agganciare le persone a noi confacenti e di sostenerle per la realizzazione degli intenti comuni.
In pratica, l’entità Morhar proietta nelle persone consone dell’energia di Luce sfolgorante luminosa, dentro l’apertura della bolla di proto-energia (sita all’altezza dell’ombelico).
N.B. – L’entità Morhar inserisce le persone consone nel nostro Edificio naturale-alchemico che, a sua volta, è inserito nell’attuale Grande Edificio naturale-alchemico.

La creazione della Farfalla di Luce intensa
L’intento totale del mago diventa l’intento dell’Aquila che lo trasforma in una Farfalla di Luce intensa.
Il 5 maggio 2016 il mio intento divenne l’intento dell’Aquila e così venne creata la Farfalla di Luce intensa.

La creazione della Farfalla di Luce sfolgorante cristallina
Il 6 maggio 2016 l’Arca dell’Alleanza Celeste trasmutò la Farfalla di Luce intensa nella Farfalla di Luce sfolgorante cristallina. La funzione della Farfalla è quella di agire per conto degli Eletti che si trovano all’interno dell’Edificio naturale-alchemico personalizzato.

La proiezione del proprio intento
Il mago proietta il proprio intento dal suo punto “intento”, collocato sulla bolla di proto-energia, (sito all’altezza dell’ombelico).
Il 7 maggio 2016 proiettai il mio intento, dal punto “intento”, in direzione dell’Arca dell’Alleanza Celeste.

La creazione dell’ente Therionhar
L’8 maggio 2016 l’Arca dell’Alleanza Celeste mutò il mio intento, creando l’ente Therionhar, un’entità maschile di Luce sfolgorante cristallina. La funzione dell’entità è quella di agire per conto degli Eletti che si trovano all’interno dell’Edificio naturale-alchemico personalizzato.


Addendum

Atto finale
Come avevo concluso il mio iter con il Gas verde negativizzato così dovevo concludere il mio iter con il theerium liquido nero.

Una brutta sorpresa
Il 16 maggio 2016 si presentarono alla porta della nostra abitazione delle persone, dicendo di essere dell’immigrazione e di dover fare dei controlli riguardanti i nostri documenti. Li facemmo accomodare, ma dopo le prime battute mi apparve chiaro che si trattava di ben altro… si trattava di poliziotti corrotti della polizia criminale investigativa venezuelana.
In breve: eravamo perfettamente in regola con i documenti, ma siccome avevamo con noi ventimila dollari (faccio notare che essendo in tre potevamo avere fino a trentamila dollari) ci sequestrarono tutto e ci condussero alla centrale di polizia. Qui ci fecero capire, chiaramente, che se non gli davamo i ventimila dollari si sarebbero inventati qualche reato a nostro carico. Dopo qualche ora di estenuanti trattative (dove per impaurirci ci schedarono) chiudevamo la contrattazione a settemila dollari che consegnammo nelle mani dell’infame ispettore di polizia, il settimo uomo di questa lurida operazione… ma non sapevano con chi avevano a che fare.

Una misteriosa febbre
Il 18 maggio 2016 mi esplose una fortissima febbre, pensai che si trattasse di uno stato influenzale, però provai la netta sensazione che qualcosa di strano mi stava accadendo… sentivo di trovarmi in una situazione pericolosa.

L’ultimo residuo di theerium liquido nero
Il 19 maggio 2016 venni a sapere, grazie alla veggente Galbix Red, che il mio stato di malessere aveva determinato la liberazione, dal mio corpo fisico, dell’ultimo residuo di theerium liquido nero, residuo che venne preso dall’Arca dell’Alleanza Celeste. In pratica, come avevo concluso il mio iter con il Gas verde negativizzato così dovevo concludere il mio iter con il theerium liquido nero.

Il batterio
Il 20 maggio 2016 venni a sapere, dopo essere stato ricoverato in una clinica per accertamenti, di aver contratto un batterio che attacca i polmoni e lo stomaco, pertanto venni sottoposto ad un intenso trattamento. Dunque il batterio era stato la causa della mia fortissima febbre.

Il Drago nero universale
Durante la notte del 21 maggio 2016, mentre dormivo, entrai in interazione con un’emanazione energetica derivante dell’Azathoth universale avvolto dallo Shub-Niggurath universale. Da tale interazione nacque un’entità nera dagli occhi rossi di nome Aathoro, il creatore degli eventi.

La vendetta
Sì, si sa! Io sono un essere molto vendicativo, il mio motto è: “Dimenticare mai, vendicarsi sempre”. Ovviamente, i sette poliziotti dovevano pagarla cara, molto cara, pertanto contro di loro vennero inviati nove campi di forza.

Il primo e il secondo campo di forza
Il 22 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con una colonna di intento di morte e un serpente grigio.
La colonna di intento di morte immobilizza la vittima, mentre questa si trova nel mondo dei sogni, e il serpente grigio la attacca.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il terzo e il quarto campo di forza
Il 23 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con un campo di forza ovale ed un’entità.
Il campo di forza ovale agisce sulla percezione della vittima per intorpidirle la mente e l’entità la indebolisce a livello dell’energia vitale.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il quinto e il sesto campo di forza
Il 24 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con una colonna bianca e un drappo bianco.
La colonna bianca crea tensione alla vittima e il drappo bianco le produce pressione nel corpo per generarle dei blocchi energetici.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il settimo e l’ottavo campo di forza
Il 25 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con una colonna di energia ed un’entità.
La colonna di energia induce nella vittima lo stato di dormiveglia e l’entità la attacca.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il nono campo di forza
Il 26 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con un’entità uscita da una fessura (porta dimensione).
L’entità agisce contro la vittima predestinata.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Ritorno in Repubblica Dominicana
Il 28 maggio 2016 facemmo ritorno in Repubblica Dominicana. Qui decisi di prendere contatto con due delle mie altre tre veggenti, poiché volevo sapere com’era andata a finire con i maledetti sette poliziotti.
N.B. – Si deve sapere che oltre alle tre veggenti italiane (Galbix, Tixian e Nara) dispongo di altre tre veggenti dominicane. Queste ultime hanno la capacità di vedere il passato, il presente e il futuro.

Le altre tre veggenti
Presi contatto con due delle altre tre veggenti, dislocate in Repubblica Dominicana. Tutte e due mi dissero le stesse cose… per quanto riguardava i sette poliziotti mi assicurarono che tre erano stati colpiti, ma non gli altri quattro. Ciò non mi appariva chiaro, non capivo perché solo tre su sette erano stati colpiti dalla mia feroce vendetta. Allora decisi di rivolgermi alle mie tre veggenti ufficiali. Da una (Galbix) di loro mi venne dette che il “Grande Programma” aveva così deciso: “Per gli altri quattro si doveva attendere”.

La bruja venezuelana
Il 20 giugno 2016 venimmo attaccati da una bruja (sciamana) venezuelana.
In pratica, la bruja aveva la capacità di proiettare dell’energia negativa e un doppio di se stessa.
In breve: la contrattaccai e la uccisi.

Il brujo dominicano
L’1 luglio 2016 venimmo attaccati da una brujo (sciamano) domenicano.
In pratica, il brujo aveva la capacità di proiettare dell’energia negativa e un doppio di se stesso.
In breve: la contrattaccai e lo uccisi.

Il Guardiano della Prima Attenzione
Sappiamo che nella Prima Attenzione non esiste il Guardiano relativo al G.A.M.T. spaziale; ora, però, si deve sapere che esiste il Guardiano relativo alla materia atomica (materia oscura e i quattro elementi) che costituisce il Regno della Prima Attenzione.

Il confronto con il Guardiano della Prima Attenzione
Durante la notte del 6 luglio 2016 entro in un particolare stato percettivo, quindi percepisco il ronzio di quello che penso sia una zanzara, essa mi sfiora l’orecchio sinistro. Dopo un’ora, circa, vedo un insetto che si dirige, in linea retta, verso il mio petto. Con la mano sinistra lo sfioro, prima che mi colpisca il torace.
In definitiva, trattasi del Guardiano del Regno della Prima Attenzione con cui dovetti confrontarmi per prendere atto della sua esistenza.

Il contatto con il Guardiano interiore
La notte del 7 luglio 2016 entrai in contatto, in stato di sogno, con il mio Guardiano interiore.
N.B. – Ogni essere umano possiede un Guardiano interiore, costituito di energia atomica. Tale Guardiano viene generato nell’arco dell’esistenza dell’individuo e dato che il nostro sistema sociale è crudele e primitivo, quasi sempre il Guardiano è un ente castratore.

Il dominio sul Guardiano interiore
L’8 luglio 2016 mutai, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, la natura del mio Guardiano interiore, lo mutai in un ente infiammato nella gioia dell’esaltazione dell’esistenza. Tale mutazione poté verificarsi grazie ad un’azione – da parte dell’Arca dell’Alleanza Celeste – operata sul mio cervello.

Il confronto, in stato di sogno, con il Guardiano della Prima Attenzione
Durante la notte del 13 luglio 2016 mi confrontai, in stato di sogno, con il Guardiano della Prima Attenzione. Egli si manifestò nel sembiante di un uomo alto, vestito di nero.
N.B. – Nel mio caso personale affrontai il Guardiano della Prima Attenzione in stato di veglia e in stato di sogno; il mago lo affronterà nell’uno o nell’altro stato.

Il dominio sul Guardiano della Prima Attenzione
Il mago – se veggente oppure con l’aiuto di un veggente – convoca il Guardiano della Prima Attenzione per dominarlo.
Metto (ore 13.13 del 13 luglio 2016), con la forza della volontà, il Guardiano della Prima Attenzione sotto il mio controllo, provando un senso di distacco.

La risultante
Il dominio sul Guardiano della Prima Attenzione e sul Guardiano interiore consente al mago di ‘affidarsi’… di affidarsi all’intento. La percezione che ne segue è di un’armonia in cui la mente e la psiche vengono sollevate dai tormenti causati da pensieri ed emozioni. Si percepisce un distacco dalle emozioni umane, ci si sente facenti parte della natura-universo e del suo equilibrio, si entra in contatto con la sua intelligenza. Lo stato che ne deriva si può definire fede… è una fonte immensa a cui si può attingere.

Nessun commento:

Posta un commento