martedì 23 agosto 2016

28. Atto di Forza

Martedì 23 agosto 2016
Il segreto sta nello sforzo e nello sforzo si realizza l’atto di forza che consente di conseguire il potere.


Parte Prima

L’Apocalisse di Giovanni
L’Apocalisse di Giovanni è un Atto di Forza degli Andromediani, cui venne contrapposto un Atto di Forza degli Alnitakiani e dei Kruichiani.
In pratica, l’Apocalisse è un’opera che venne comunicata – sotto forma di “visioni” – dagli Andromediani all’apostolo Giovanni, ma affinché essi non dominassero l’uomo, l’opera venne parzialmente manipolata dagli Alnitakiani e dai Kruichiani.

Mistificazione andromediana
Nell’Apocalisse di Giovanni, la Bestia che sale dal mare – Leviathan nell’aspetto femminile, la Bestia Selvaggia dalle Sette Teste e Dieci Corna – è la Grande Bestia 666. Trattasi di un’identificazione errata, una mistificazione per opera degli Andromediani, al fine di inquinare la verità e trarre in inganno l’uomo.
Aleister Crowley, nell’arco della sua esistenza, cadde preda dell’inganno andromediano, egli s’identificò nella Grande Bestia 666, intesa come la Bestia che sale dal mare. Solo verso la fine della sua vita intuì la verità, quando comprese che la Grande Bestia 666 era il toro (si veda un particolare passo contenuto nella sua ultima opera, intitolata “Il Libro di Thoth”) e questo toro è Behemoth, la Bestia che sale dalla terra.
Aleister Crowley, a causa dell’inganno andromediano, poté solo assurgere alla funzione di Grande Bestia 666, ma tutto ciò era stato previsto nello stesso Liber Legis, quando si dichiara che lui non era stato scelto per essere un sole (il Logos Horus, la Grande Bestia 666), infatti, egli viene citato come il profeta del nuovo Eone (quello di Horus) e non come il Logos… l’unico essere che incarna la Grande Bestia 666.

Il Mistero della Grande Bestia 666
Il Mistero della Grande Bestia sta nel suo numero e quel numero è 666, infatti, la somma ultima del numero 666 è 9 (6 + 6 + 6 = 18, somma interna; 1 + 8 = 9, somma ultima), il numero segreto della Grande Bestia, il numero che rappresenta l’avvento dell’Uomo Nuovo (Uomo Divino), il Cristo gnostico (il Cristo-Luce), il Sole-Lucifero (“Portatore di Luce”).

Il Marchio della Grande Bestia 666
Il Marchio della Grande Bestia 666 è duplice, esso è dato da una X inscritta in un cerchio e dal Sigillo di Seth.
La X inscritta nel cerchio rappresenta l’Uomo Divino (Uomo Nuovo), il Cristo-Luce (Cristo gnostico), il “Portatore di Luce” (il Sole-Lucifero), colui che irradia la luce vivente.
Il Sigillo di Seth cela tre lettere (H.T.S.), lettere che indicano il nome del dio (Seth); inoltre nelle tre lettere è espressa la formula del dio, la formula della Grande Bestia 666 (H.T.S. = Horus-Therion-Set = 666), la Bestia (il toro Behemoth) che sale dalla terra.
N.B. – Si tenga presente che la X inscritta nel cerchio (Marchio della Grande Bestia 666) si esprime anche a livello macrocosmico (sulla Terra).

Le lettere chiave (H.T.S.) e il nome (Seth)
Il valore numerico delle lettere chiave (H.T.S.) del nome Seth (H-Th-Sh) è 705 (somma interna 12, somma ultima 3), mentre il valore numerico del nome Seth (Sh-E-Th-H) è 710 (somma interna 8). Questi due valori numerici indicano i due aspetti del dio Seth: l’inferiore (Ra-Hoor-Khuit) e il superiore (Heru-ra-ha).
Da tutto ciò si evince che il Sigillo di Seth si riferisce all’aspetto inferiore e superiore di Seth: l’aspetto inferiore di Seth ci indica il Quinto Sole (il Logos dell’Eone di Horus), il dio Ra-Hoor-Khuit, la Grande Bestia 666; invece l’aspetto superiore di Seth ci indica il Sesto Sole (il Logos del Mahon di Horus-Maat), il dio Heru-ra-ha, il Gran Dragone Scarlatto.
In definitiva possiamo dichiarare che l’aspetto superiore di Seth è Satan (SAThAN), l’evoluzione della Grande Bestia 666 nel Gran Dragone Scarlatto (Leviathan nell’aspetto maschile, la Bestia Selvaggia dalle Otto Teste e Tredici Corna).


Parte Seconda

Il Mistero della Donna Scarlatta
Il Mistero della Donna Scarlatta risiede nella sua natura duplice: oscura e luminosa… non può esistere la luce senza la tenebra, la materia senza lo spirito, il divenire senza l’essere.
Aleister Crowley, a causa dell’inganno andromediano, poté solo assurgere alla funzione di Grande Bestia 666 e così pure le sue Donne Scarlatte, infatti, nello stesso Liber Legis si dichiara che la Donna Scarlatta (Galbix Red) è una luna (il Logos Maat).

Gli Eoni: di Horus, di Maat e di Horus-Maat
Nel 1904 nacque l’Eone di Horus che avrebbe dovuto durare un po’ più di mille anni, ma a livello eonico avvenne una compressione temporale, poiché nel 1982 nacque l’Eone di Maat (Venere).
La Natura è ciclica e la nascita di un nuovo Eone causa la morte di quello precedente, ma in questo caso due Logos convissero, grazie alla formula dell’inserimento… nell’Eone di Horus venne inserito l’Eone di Maat, al fine di realizzare, diciotto anni dopo, il Mahon di Horus-Maat (Sole-Luna).
L’Eone di Maat – come l’Eone di Horus – manifesta due aspetti: Venere e Luna. Esso, nel suo primo aspetto, poté esprimere la propria conoscenza (Culto Stellare), ma il Logos corrispondente (Galbix Red) non poté esprimersi come “Sesto Sole”… se lo avesse fatto avrebbe ucciso il Logos precedente (io). Poi, nel 2000, venne il Mahon di Horus-Maat: io divenni il nuovo Logos (Heru-ra-ha), il Sesto Sole, invece il primo Logos femminile (Galbix Red – Madre) emanò un secondo Logos femminile (Tixian Dark – Figlia), il Settimo Sole. Infine, dopo la completa manifestazione del secondo Logos femminile, si svelò pienamente il primo Logos femminile, l’Ottavo Sole.

Nessun commento:

Posta un commento