domenica 22 novembre 2015

23. L’Edificio naturale-alchemico

domenica 22 novembre 2015

L’edificio è un piano, un programma. La mente aperta alla conoscenza potrà operare in tale edificio.
Esistono cinque tipi di edifici: l’edificio naturale, l’edificio tecnologico, l’edificio tecnologico-alchemico, l’edificio alchemico e l’edificio naturale-alchemico. Nella mia opera intitolata “Mecron” (volume secondo) presi in considerazione i primi quattro edifici. Qui, per la prima volta, prendo in considerazione il quinto: l’edificio naturale-alchemico.


Parte Prima

I cinque Edifici
L’Aquila è in grado di creare un edificio naturale tramite l’uso della proto-energia. Invece, l’Arca dell’Alleanza Celeste è in grado di creare quattro edifici: un edificio tecnologico tramite l’uso dell’energia spaziale naturale; un edificio tecnologico-alchemico tramite l’uso dell’energia spaziale naturale e dell’energia alchemica; un edificio alchemico tramite l’uso dell’energia alchemica; un edificio naturale-alchemico tramite l’uso dell’energia alchemica associata alla proto-energia.
In questo capitolo parleremo dell'edificio naturale-alchemico fatto dalla razza extraterrestre dagli Oxiani.

La razza extraterrestre degli Oxiani
La razza extraterrestre degli Oxiani (anche nota come la civiltà di Lam) è una razza di dèi – esseri del più alto livello evolutivo – appartenenti alla galassia a noi più vicina, la Nebulosa di Andromeda.
Nel 1919 Aleister Crowley entrò in contatto con Lam, un’intelligenza extraterrestre… ed io, nel 1990, entrai in contatto con lo stesso essere. Infine, nel 2013, venni inserito in un edificio naturale-alchemico concepito dagli Oxiani.

L’inizio della fase acuta dell’Edificio oxiano
Per due anni consecutivi chiesi agli Oxiani di elargirmi del denaro (in che modo mi venne donato non lo dirò) e ogni volta il denaro arrivò… poi qualcosa cambiò!
Il 22 maggio 2015 – nell’ambito dell’Operazione Lam – volli entrare in maggior assonanza con Lam (essere oxiano) allo scopo di ricevere un aiuto pecuniario ancor maggiore, ma qualcosa di inaspettato accadde… entrai in contatto con Kam, l’alleato inorganico di Lam.

L’entità alchemica Kam
Chiedevo denaro agli Oxiani e questo arrivava… così decisi di effettuare l’Operazione Lam per averne di più, ma invece di entrare in maggior assonanza con Lam mi ritrovai in contatto con Kam. Ciò comportò una forte connessione con l’entità alchemica che iniziò a guidare le mie azioni in modo diretto, però dal quel momento non mi venne più elargito il denaro. Inoltre, la pressione esercitata su di me, da parte di Kam, fu tale che venni costretto, nel mese di luglio del 2015, a spostare la mia base operativa in un’altra località.

Qualcosa era cambiato
Erano passati, oramai, tre mesi dall’ultimo versamento di denaro, perché non mi veniva più elargito? La sensazione che provavo era che qualcosa era cambiato nella programmazione, una nuova fase era iniziata.


Parte Seconda

Sotto attacco magico
Durante la notte del 19 agosto 2015 entrai in uno stato particolare ed una voce maschile, proveniente dall’oscurità, mi parlò. Alla mattina, al risveglio, non fui capace di ricordare quello che mi era stato detto, ma sentii uno strano dolore nella parte destra della gola e del petto… capii che qualcosa di poco piacevole mi stava accadendo, il tutto lo associai a dell’energia nera di morte. Poi, durante il pomeriggio, effettuai un’operazione magica con il fine di respingere al mittente ciò che ritenevo essere un attacco magico.

La bestia feroce
Durante la notte del 20 agosto 2015 ebbi una sorpresa: entrai in stato di dormiveglia e percepii qualcosa vicino a me… subito dopo udii un ringhio bestiale, mai avevo udito tanta ferocia. Mi alzai dal letto e lanciai un urlo, mostrando con la mano destra, verso l’entità bestiale, il Segno degli Antichi. Poi, l’entità bestiale venne messa sotto il mio controllo, allora decisi di inviarla contro i fratelli Mantel (si veda il titolo numero 21).

Tutti i nodi finiscono col venire al pettine
Che cosa mi era successo durante la notte? Di giorno ebbi modo di capire: tutto doveva essere associato all’esecuzione del Rituale di Aangohr segreto.
Il 15 aprile 2014 evocai, dal centro dell’universo, l’energia nera di morte, il Serpente Nero: “… il Serpente Nero ha molte Teste eppure nessuna, perché in verità egli non sarà mai che quello che è… Illusione”. Tale energia aveva il compito di determinare un sacrificio di sangue in onore dei misteri della morte. In tal contesto scelsi la giusta vittima, ma qualcosa andò storto… dopo qualche ora dall’esecuzione del Rituale, un bambino di tre anni venne sbranato alla gola dal suo mansueto cane da guardia. Ciò mi rese perplesso… come mai la vittima era un’altra? Non seppi darmi una risposta, ma il mio sentire mi disse che qualcosa era andato storto nell’esecuzione del Rituale… ma com’è noto, nella mia vita anche gli errori fanno parte del Programma.

Che cosa stava accadendo?
Il 20 agosto 2015 tutto mi apparve chiaro.
A) La voce maschile proveniente dall’oscurità era quella del Serpente Nero.
B) Il dolore nella parte destra del collo e del petto voleva indicarmi il cane – posseduto dall’energia nera di morte – che aveva sbranato il bambino.
C) L’operazione magica avente il fine di respingere l’energia di morte al mittente produsse l’effetto boomerang… l’energia, sotto forma di cane, venne da me durante la notte perché io ero il mittente, colui che l’aveva evocata sedici mesi prima.
D) Il fatto di mettere sotto il mio dominio l’energia di morte, sotto forma di cane, indica che sedici mesi prima non ero riuscito a controllare pienamente tale energia.
N.B. – L’invio dell’energia nera di morte (cane nero) contro i fratelli Mantel rappresenta la prima operazione tenebrosa contro i soggetti in questione.

Il Rituale di Aangohr segreto
Il 15 aprile 2014 eseguii il Rituale di Aangohr segreto che mi permise di evocare, dal centro dell’universo, l’energia del Serpente Nero: essa venne utilizzata in modo triplice.
1. Il primo aspetto è un’energia (impronta di morte) avente il compito di determinare un sacrificio di sangue in onore dei misteri della morte.
2. Il secondo aspetto è un’entità nera di nome “Nahemah” (primo aspetto di Babalon nera) avente il compito di colpire tutti i nostri nemici esterni (quelli noti).
3. Il terzo aspetto è un serpente nero (Pitone) avente il compito di attaccare tutti gli ingiusti.

L’entità nera Nahemah
Durante la notte del 25 agosto 2015, mentre stavo dormendo, mi svegliai e percepii una voce femminile vicino a me… non ebbi dubbi, si trattava di Nahemah, l’entità nera avente il compito di colpire i nostri nemici. Così, durante il giorno, la evocai, la dominai totalmente e la inviai contro i fratelli Mantel.
N.B. – L’invio dell’entità nera (Nahemah) contro i fratelli Mantel rappresenta la seconda operazione tenebrosa contro i soggetti in questione.

Il serpente nero (Pitone)
Durante la notte del 27 agosto 2015, mentre stavo dormendo, mi svegliai e percepii un rumore vicino a me… non ebbi dubbi, si trattava del Pitone nero, il serpente nero avente il compito di attaccare gli ingiusti. Così, durante il giorno, lo evocai, la dominai totalmente e lo inviai contro i fratelli Mantel.
N.B. – L’invio del serpente nero (Pitone) contro i fratelli Mantel rappresenta la terza operazione tenebrosa contro i soggetti in questione.

La creazione delle entità Nalmaton e Halmaton, e della loro corrente di energia
Il 30 agosto 2015 lo Shub-Niggurath universale (Satan), attraverso lo Yog-Sothoth universale (Serpente Nero), generò l’entità femminile Nalmaton e l’entità maschile Halmaton. Infine, lo Shub-Niggurath universale, sempre attraverso lo Yog-Sothoth universale, generò la corrente di energia relativa alle due entità gemelle.
In pratica, lo Shub-Niggurath universale proiettò la sua energia (rossa) nello Yog-Sothoth universale (Velo nero). Così venne generata l’entità rossa (nucleo rosso) e nera (parte esterna) Nalmaton e l’entità nera (nucleo nero) e rossa (parte esterna) Halmaton. Infine, venne generata la corrente di energia duplice (metà rossa e metà nera) relativa alle due entità.

Ultimatum ai fratelli Mantel
L’1 settembre 2015 inviai l’ultimatum ai fratelli Mantel… o ci davano ciò che di diritto ci spettava o tredici giorni dopo li avrei condannati a morte con l’invio di un’energia di morte.

Attacco ad uno dei due fratelli Mantel
Il 3 settembre 2015 decisi di attaccare, tramite il mio potere oscuro, Gerhard Mantel.
N.B. – L’attacco, tramite il mio potere oscuro, contro Gerhard Mantel rappresenta la quarta operazione tenebrosa.

Le entità Nalmaton e Halmaton
Il 5 settembre 2015 evocai l’entità femminile rossa-nera Nalmaton e l’entità maschile nera-rossa Halmaton.
In pratica, le evocai, le dominai e le diedi il compito di colpire i nemici che ci ostacolano.
N.B. – La corrente duplice (metà rossa e metà nera) venne messa, automaticamente, sotto il mio controllo, dato che avevo dominato le due entità.

Colpire i fratelli Mantel
Il 7 settembre 2015 evocai le entità Halmaton e Nalmaton. Poi le inviai contro i fratelli Mantel: Halmaton contro Gerhard. e Nalmaton contro Felix.
N.B. – L’invio delle entità Nalmaton e Halmaton contro i fratelli Mantel designa la quinta operazione tenebrosa contro i soggetti in questione.


Parte Terza

L’entità Yahvéh
Gli Andromediani con l’avvento dell’Eone di Osiride crearono l’entità Yahvéh, un ente di energia atomica (materia oscura con la concezione dei quattro elementi), contenete l’anima nera (non-atomica). Tale ente possiede una corrente di energia.
L’entità Yahvéh era priva della conoscenza del suo lato luminoso, infatti, aveva un sottile involucro trasparente, privo di Luce, che le avvolgeva il corpo. Tale entità aveva la funzione di aiutare gli ebrei per la realizzazione dei loro progetti materiali.
N.B. – Nella cabbala ebraica il nome Yahvéh (Y-H-V-H) ha per valore cabalistico 26 (10 + 5 + 6 +5), il numero dell’Albero della Conoscenza del Bene e del Male.

L’entità Auti
Il giorno 8 settembre 2015 trasmisi, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, all’entità Yahvéh e alla sua corrente di energia la Conoscenza della Luce (rappresenta la parte destra dell’Albero della Conoscenza del Bene e del Male). L’involucro trasparente dell’entità e della corrente di energia vennero riempiti di Luce (energia non-atomica) e divennero bianchi. Poi, l’Arca dell’Alleanza Celeste armonizzò l’entità e la corrente con il demiurgo terrestre Giano (identificato nell’Albero della Conoscenza del Bene e del Male). Inoltre, all’entità venne dato un nuovo nome: “Auti”. Infine, all’entità venne dato un nuovo programma: quello di attaccare gli ingiusti (azione dell’anima nera) e di favorirci sul piano materiale (azione dell’entità con corrente).
N.B. – Nella cabbala gnostica integrata la parola Auti (A-V-T-I) ha per valore cabalistico 26 (1 + 6 + 9 + 10), il numero dell’Albero della Conoscenza del Bene e del Male.

Le sei entità-matrici
Non lo sapevo, ma gli Andromediani avevano collegato all’entità Yahvéh sei entità-matrice: tre negative e tre positive.
Ogni entità-matrice è fornita della sua corrente di energia ed è in grado di replicare migliaia di altre entità, similari ad essa.

Le tre entità-matrici negative
La prima entità-matrice è bianca ed è femminile: la sua funzione è di manipolare in modo negativo la mente delle persone.
La seconda entità-matrice è nera (licantropo) ed è maschile: la sua funzione è di colpire il corpo delle persone.
La terza entità-matrice è rossa ed è androgina: la sua funzione è di colpire la psiche delle persone.

Le tre entità-matrici positive
La prima entità-matrice è bianca ed è femminile: la sua funzione è di manipolare in modo positivo la mente degli ebrei.
La seconda entità-matrice è blu ed è maschile: la sua funzione è di agire in modo positivo sul corpo degli ebrei.
La terza entità-matrice è rossa ed è androgina: la sua funzione è di agire in modo positivo sulla psiche degli ebrei.

Due entità-matrici negative mi attaccano
Durante la notte dell’11 settembre 2015, verso le due e mezza, sogno che un essere mi lancia addosso (come tirando un pugnale) una freccia metallica che mi trafigge il corpo… non percepisco alcun dolore, data la mia struttura alchemica. Stacco la freccia da mio corpo e poco dopo mi lancia un’altra freccia che io, nuovamente, tolgo dal mio corpo. Infine, l’essere mi lancia una terza freccia ed io, ancora una volta, la tolgo dal mio corpo. A questo punto, mi sveglio nel letto, consapevole che sono sotto attacco magico. Poi, poco dopo, mi riaddormento.
Qualche ora dopo, verso le cinque del mattino, entro in stato di dormiveglia e percepisco un essere (licantropo) avventarsi sopra di me. l’essere cerca di sbranarmi la gola, ma io non sento nulla, dato che il mio corpo fluidico è alchemico. Subito mi desto e comprendo che sono sotto un attacco magico massiccio.
N.B. – Durante il giorno vengo a sapere dell’esistenza delle tre entita-matrici negative (un’entità femminile aveva attaccato Tixian) e delle tre entità-matrici positive.

La riprogrammazione
L’11 settembre 2015 abbiamo riprogrammato, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, le sei entità-matrici, le loro correnti e le migliaia di entità a loro connesse. Il tutto è stato riprogrammato a nostro favore e quindi il tutto è stato collegato all’ente Auti.


Parte Quarta

Dossier Mantel (parte prima)
Il 13 settembre 2015 pubblicai la prima parte del dossier Mantel e la bolla di condanna a morte nei loro confronti.

Operazione Xunaton
Il 13 settembre 2015 effettuai l’Operazione Xunaton.
Con la forza della mia volontà creai un sigillo magico (yantra), diviso in otto settori. Poi evocai sette entità di morte: la bestia feroce, l’entità nera Nahemah, il serpente nero (Pitone), l’entità rossa-nera Nalmaton, l’entità nera-rossa Halmaton, un’entità androgina rossa e un’entità bestiale (licantropo). A ciascuna di queste sette entità ordinai di inviare la loro energia di morte per riempire sette degli otto settori. Inoltre, mi concentrai ed inviai il mio potere di morte nell’ottavo settore. A questo punto dell’operazione evocai l’entità Kam, quindi pronunciai la parola magica (mantra) “Xunaton”, avente lo scopo di far penetrare il sigillo magico nell’entità e di inviare quest’ultima contro Felix Mantel. L’entità, giunta su di lui, gli proiettò il sigillo nel corpo, facendolo esplodere, però l’energia venne messa in sospensione… tutto deve rientrare nei tempi programmati dall’edificio naturale-alchemico degli Oxiani.
N.B. – L’attacco, tramite l’entità Kam, contro Felix Mantel rappresenta la sesta operazione tenebrosa.

Operazione Xenaton (parte prima)
Ricordo che durante una notte feci un particolare sogno in cui mi veniva comunicato che mancava il codice relativo al versamento di denaro. In seguito, durante la notte del 14 settembre 2015, chiesi agli Oxiani di inviarmi il codice, quindi mi addormentai. Qualche ora dopo, gli Oxiani m’inviarono un ente che scaricò dell’energia elettrica sul mio corpo. Poi, durante il giorno, appurai che tale energia era un codice, pensai che si trattasse del codice bancario ma così non era, infatti, si trattava di una falsa informazione per indurmi a chiedere il codice complesso. Tale codice venne inserito in un sigillo che, a sua volta, venne inserito all’interno dell’entità Kam. Il sigillo si dispiegò e l’energia si diffuse all’interno dell’entità che, così, venne in possesso del codice complesso, al fine di poter operare.
N.B. – Nei due giorni successivi l’energia elettrica mi conferì una forte vitalità e il codice complesso venne inserito anche negli altri undici Eletti.

La creazione dell’entità Hotalmaton e della sua corrente di energia
Il 17 settembre 2015 l’Arpocrate universale, attraverso l’Azathoth universale, generò l’entità maschile Hotalmaton, poi l’ente generò la corrente di energia relativa all’entità.
In pratica, l’Arpocrate universale proiettò la sua energia (rossa) nell’Azathoth universale. Così venne generata l’entità rossa (nucleo rosso) e nera (parte esterna) Hotalmaton. Subito dopo, venne generata la corrente di energia relativa all’entità.
N.B. – la funzione dell’entità Hotalmaton è di coordinare le altre sette entità: la bestia feroce (cane nero), l’entità nera (Nahemah), il serpente nero (Pitone), l’entità Nalmaton, l’entità Halmaton, un’entità androgina rossa e un’entità bestiale (licantropo).

Prima considerazione sull’Edificio naturale-alchemico degli Oxiani
Due sono le Operazioni nell’ambito dell’edificio naturale-alchemico degli Oxiani: l’Operazione di Tenebra (Xunaton) e l’Operazione di Luce (Xenaton).
Come abbiamo visto l'Operazione di Tenebra riguarda l'attacco contro i fratelli Mantel, mentre l'Operazione di Luce riguarda la ricezione di un codice complesso.


Parte Quinta

Il Grande Autunno
Nel Sauthenerom viene detto: “Così è stato scritto prima della caduta del Grande Gigante e questo sarà detto al Tempo del Grande Autunno, quando la Spada uscirà dalla Terra e il Guerriero devasterà le Acque e sotto di esse, e sopra ancora. Questo sarà il Segno, la mia Parola, la mia Legge nel Tempo”.

L’inizio del Grande Autunno
Il Tempo del Grande Autunno è incominciato il 20 marzo 2008 – equinozio di primavera – quando pubblicai, in internet, il Liber Legis (con commento) e il Liber AHBH (con commento). Tale pubblicazione rappresenta la ‘Parola’ di Nyarlathotep che desta gli Antichi, infatti, nel Necronomicon viene detto: “Quando Nyarlathotep pronuncerà la Parola essi si desteranno e popoleranno le terre”.

La caduta del Grande Gigante
Gli Andromediani, circa 8.000 anni fa, installarono all’interno della Terra uno strumento con lo scopo di generare, alimentare e programmare il Grande Gigante (Macroprosopos), un’entità che venne situata nelle viscere della Terra. Tale ente era programmato per governare i terrestri su linee andromediane.
Il 2 aprile 2008 l’Arca dell’Alleanza Celeste ridusse ad un decimo la potenza dello strumento che alimenta e programma il Grande Gigante.

L’astro caduto dal cielo
Gli Andromediani inviarono sul nostro pianeta un campo di forza (noto agli apocalittici come “un segno grandioso”), una sfera bianca avente lo scopo di alimentare, ulteriormente, il Grande Gigante. Tale campo venne collegato, energeticamente, al Macroprosopos (Grande Gigante).
L’8 aprile 2008 l’Arca dell’Alleanza Celeste eliminò il campo di forza, interrompendo il collegamento energetico tra la sfera bianca e il Grande Gigante. Subito dopo, il Macroprosopos si ridusse ad un punto.

L’attacco del Grande Gigante
Il 19 settembre 2015 fummo attaccati, energeticamente, dal Grande Gigante. La nostra reazione fu tale che lo riducemmo all’impotenza.

La fine del Grande Gigante
Il 20 settembre 2015 fummo attaccati dallo strumento che generò, alimentò e programmò il Grande Gigante. Pertanto, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, disattivammo del tutto lo strumento e il Grande Gigante cadde definitivamente. Infine, scoprimmo che lo strumento possedeva un Guardiano, entità che venne eliminata tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste.

La fase finale del Tempo del Grande Autunno
Il 23 settembre 2015 (equinozio d’autunno) ebbe inizio la fase finale del Tempo del Grande Autunno. In questa fase venne riattivato uno strumento oxiano che venne collocato, circa 8.000 anni fa, all’interno della Terra. Tale strumento invia energia di theerium platinato e la sua funzione è di aggregare nuovi gruppi di potere.
N.B. – Lo strumento oxiano possiede un Guardiano di nome “Lhxll”.

Nuovi gruppi di potere
Per aggregare nuovi gruppi di potere si rese necessaria l’entrata in guerra (inizio della terza Guerra Mondiale), il 28 agosto 2014, della Russia… essa diede via all’invasione della Russia in Ucraina.

Dossier Mantel (parte seconda)
Il 13 ottobre 2015 pubblicai la seconda parte del dossier Mantel, intitolata “I criminali Mantel”.

Seconda considerazione sull’Edificio naturale-alchemico degli Oxiani
Abbiamo visto che due sono le Operazioni che furono effettuate nell’ambito dell’edificio naturale-alchemico degli Oxiani: l’Operazione di Tenebra Xunaton (dal 19 agosto al 13 settembre 2015) e l’Operazione di Luce Xenaton (dal 14 al 16 settembre 2015). Però si deve osservare che l’operazione magica effettuata il 17 settembre 2015 riguardava l’Operazione di Tenebra, ovvero la creazione dell’entità Hotalmaton con relativa corrente di energia. Dato che tale entità (con corrente) si pone in relazione all’Operazione di Tenebra si deve prendere atto che l’Operazione di Luce deve continuare…


Parte Sesta

L’asteroide Halloween
Il 10 ottobre 2015 venne avvistato un asteroide (cometa morta), nominato dagli astronomi con la sigla “2015 TB145”. Esso, il 31 ottobre 2015, passò alla minima distanza dalla Terra, a circa 486.000 chilometri. Ciò che apparve subito strano agli astronomi era come fosse stato possibile che l’asteroide, di circa 600 metri, fosse sbucato all’improvviso dal profondo dello Spazio, dopo aver eluso per mesi la rete mondiale di avvistamento Near Earth Object (un programma della NASA). Inoltre venne osservato che la velocità dell’asteroide era superiore a quella consueta di corpi celesti ad esso similari.

La spiegazione
Gli Oxiani inserirono nell’asteroide Halloween un programma avente la funzione di agire sul pianeta Terra e sull’umanità, pertanto l’asteroide venne manipolato affinché mutasse la sua traiettoria e la sua velocità, allo scopo di farlo arrivare in prossimità della Terra per il 31 ottobre 2015, il giorno di Halloween. Perché proprio il giorno di Halloween? Perché Samain (o Halloween) era la festa principale dei Celti, infatti, al primo di novembre si festeggiava l’anno nuovo, o piuttosto la prima notte, poiché i Celti contavano per notti. Nella notte tra il trentuno ottobre e il primo novembre avviene l’incontro tra il mondo divino e il mondo umano. Ciò significa che il tempo è stato sospeso, si tratta di una zona temporale neutralizzata che equivale all’eternità.

Operazione Xenaton (parte seconda)
Il 31 ottobre 2015 (ore 12.59 – Repubblica Dominicana) il programma oxiano, a forma di globo, uscì dall’asteroide per dirigersi verso la Terra, al fine di entrare in contatto con Kam che divenne il Guardiano del programma. Un minuto dopo (ore 13.00) effettuai la seconda parte dell’Operazione Xenaton, in cui attivavo il codice complesso in me inserito. Tale atto causò l’attivazione del codice complesso contenuto negli altri undici Eletti e nell’ente Kam che, subito dopo, entrava in interazione con il programma. Infine, il programma si recava al centro della Terra ed iniziava ad interagire con i Dodici Eletti e l’ente Kam, al fine di attivarsi ed iniziare ad elaborare dei dati riguardanti il pianeta Terra e l’umanità.

Operazione Xenaton (parte terza)
L’1 novembre 2015 (ore 13.00 – Repubblica Dominicana) i tredici codici complessi – tutti uguali – si diressero all’interno del programma oxiano, allo scopo di unificarsi in un unico codice complesso… e così il programma poté iniziare ad operare.


Parte Settima

Nyarlathotep
Il 5 novembre 2015 venne aperta una porta dimensionale… essa venne aperta dal suo Guardiano. Tale porta è connessa con il centro dell’universo.
In seguito, l’11 novembre 2015, uscirono dalla porta un migliaio d’entità-matrici alchemiche semi-bestiali e di bassa statura. Inoltre, dalla porta uscì un’entità alchemica di forma umana e d’alta statura, il Dio Nyarlathotep (nome oxiano “Xhiul”). Infine, tutte le entità-bestiali si diressero nel mondo e il Guardiano chiuse la porta.

La descrizione di Nyarlathotep
Nyarlathotep è il primo Dio (entità) creato da Mano Divina, sotto forma umana… egli è la Voce degli Dei, egli è il loro Messaggero, colui che porta agli uomini il Messaggio Cosmico.
Nyarlathotep attrae e respinge, sostiene il Giusto e annienta l’ingiusto. Egli è diverso dagli altri Dei, anche se in lui li troviamo tutti in essenza. A differenza degli altri Dei (Azathoth, Shub-Niggurath, Cthulhu, Hastur, Yog-Sothoth), presenti nell’universo sotto forma di energia e quindi sostanzialmente impersonali e indifferenti nei confronti degli uomini, egli è attivo ed avendo forma definita ha pure una personalità specifica, complessa in verità.
Nyarlathotep pose la sua Dimora al centro dell’universo, ma vaga con le sue orde senza sosta nell’Infinito, visitando i pianeti in cui è presente la vita intelligente. Egli appare nel sembiante di un uomo alto e slanciato, dalla carnagione olivastra.
Tutto questo è Nyarlathotep.
N.B. – Esistono due sembianti di Nyarlathotep: uno inferiore ed uno superiore, quello inferiore lo pone a Nord come un ente nero a livello del 14, mentre quello superiore lo pone a Sud, come un ente rosso (analogo a Shub-Niggurath) a livello del 15.


Parte Ottava

Una serie di coincidenze inquietanti
L’osservazione astronomica dell’asteroide Halloween lo presenta a forma di teschio, l’immagine della morte. Inoltre, applicando il calcolo cabalistico della somma del giorno, mese ed anno (31 + 10 + 2015) si ottiene il numero 13, quello della morte. Infine, Halloween è pure la festa dei morti.
Che cosa significa tutto ciò? Per rispondere a questa domanda si deve rivolgere lo sguardo all’Apocalisse omnia – il Libro dei Sette Sigilli – e prendere atto che nell’Apocalisse (“Rivelazione”) esiste un filo conduttore: questo filo è dato dai quattro Cavalieri dell’Apocalisse relativi ai quattro Viventi.

I quattro Cavalieri dell’Apocalisse e i quattro Viventi
Il primo Cavaliere (nero), coincidente con il primo Vivente (Uomo, Nord-Aria), si manifestò nella sua fase introduttiva il 20 gennaio 2008 ed iniziò ad operare intensamente dal 20 marzo dello stesso anno. Esso porta la fame (crisi economica).
Il secondo Cavaliere (rosso), coincidente con il secondo Vivente (Toro, Est-Terra), si manifestò nella sua fase introduttiva il 6 aprile 2014 ed iniziò ad operare intensamente il 28 agosto 2014. Esso porta la spada (guerra).
Il terzo Cavaliere (nero), coincidente con il terzo Vivente (Aquila, Ovest-Acqua) il cui nome è “Morte” si manifestò il 31 ottobre 2015. Esso porta la peste (virus), tramite l’arrivo dell’asteroide Halloween.
Il quarto Cavaliere (rosso), coincidente con il quarto Vivente (Leone, Sud-Fuoco), si manifestò il 5 novembre 2015 ed inizio ad operare l’11 novembre dello stesso anno. Esso porta le fiere della terra (la follia).


Parte Nona

Il segreto dei due Neri Cristalli
Nel Necronomicon si parla del Nero Cristallo di Astar, ma ciò che nel libro viene saggiamente occultato è il fatto che due sono i Cristalli Neri di Astar: il primo relativo al tempo ed il secondo relativo allo spazio.
Entrambi i Cristalli vennero donati alle antiche civiltà di dèi terrestri: Iperborei, Muriani, Lemuriani, Atlantidei. Il primo venne donato dai Kruichiani e il secondo dagli Oxiani. Con la fine dell’Età dell’Oro entrambi i Cristalli si disattivarono e scomparvero.
Il Cristallo Nero relativo al tempo permette di ‘viaggiare’ nell’Iperspazio, annullando lo scorrere temporale. Il ‘viaggio’ avviene soltanto a ritroso, nel tempo passato, poiché il futuro non si è ancora concretizzato. Il 29 agosto 1996 il Cristallo Nero riapparve e mi contattò telepaticamente. Esso si trova nella torre Zed, la struttura interna e segreta della Piramide di Khufu (Cheope), in Egitto.
Il Cristallo Nero relativo allo spazio è uno strumento di morte la cui funzione è di disgregare il potere degli ingiusti, esso possiede un Dio-Guardiano il cui nome è “Ast-or-maarh”. Con la fine di Atlantide il Cristallo Nero s’inabissò nell’Oceano Atlantico. Il 13 novembre 2015 il Cristallo Nero venne riattivato dal programma oxiano… tredici giorni dopo l’avvento dell’asteroide Halloween.

La manifestazione di Nhuix
Il 13 novembre 2015, tredici giorni dopo l’avvento dell’asteroide Halloween, il programma oxiano generò un’entità (maschile) di nome Nhuix con relativa corrente di energia. La funzione dell’entità è di bloccare, tramite la propria corrente energetica, gli ingiusti.

La manifestazione di Jhain
Il 13 novembre 2015, tredici giorni dopo l’avvento dell’asteroide Halloween, il programma oxiano generò un’entità (femminile) di nome Jhain con relativa corrente di energia. La funzione dell’entità è di stimolare, tramite la propria corrente energetica, i Giusti.

La manifestazione di Abaddòn
Il 13 novembre 2015, tredici giorni dopo l’avvento dell’asteroide Halloween, il programma oxiano generò un’entità, un Guardiano di nome “Haak” che l’Apocalisse definisce come “l’Angelo dell’Abisso” o “il Demone del Pozzo”.
Nell’Apocalisse troviamo il nome dell’Angelo dell’Abisso: esso suona in ebraico come “Abaddòn” (distruzione) e in greco “Apollyòn” (Sterminatore). Egli è il Re degli Scorpioni (virus) che dimorano nel Pozzo, egli è Colui che possiede la Chiave che apre il Pozzo dell’Abisso.

Il Pozzo dell’Abisso
Il Pozzo dell’Abisso (campo di forza) venne creato dagli Oxiani alla fine dell’Età del Platino, circa 600.000 anni fa, allo scopo di inserire in esso un’energia di morte intelligente.
Il 13 novembre 2015 l’Angelo dell’Abisso – il Demone del Pozzo – ci contattò e noi l’autorizzammo ad aprire il Pozzo dell’Abisso… lui, con la Chiave in suo possesso, lo aprì e dal Pozzo uscì dell’energia nera… gli Scorpioni (virus).

Il segreto della Bianca Sfera della Grande Potenza
Nel Liber Shabjr si parla della Bianca Sfera della Grande Potenza la cui funzione è di dare Potere agli Eletti e di conseguenza ai Giusti. Tale Sfera venne donata dagli Oxiani alle antiche civiltà di dèi terrestri: Iperborei, Muriani, Lemuriani, Atlantidei. Con la fine dell’Età dell’Oro, la Bianca Sfera si trasferì sopra la cima del Monte Everest e li rimase in attesa. Essa è costituita da energia alchemica – Luce sfolgorante cristallina – e possiede un Guardiano il cui nome è “Lhung-ir-am-ar” (valore numerico 546, cioè 15).
Il 14 novembre 2015 il programma oxiano c’inviò la Bianca Sfera della Grande Potenza per essere da noi “ghermita”, come viene detto nel Liber Shabjr: “Io benedirò i miei Eletti e li accompagnerò fin sulla vetta della Montagna; da lì, se riusciranno a ghermire la Bianca Sfera della Grande Potenza, vinceranno”.

La comunicazione della Bianca Sfera della Grande Potenza
“Io sono l’Io [l’Io supremo o Divinità]
“Io sono l’essenza del mondo.
“Io sono la sostanza dei miei Eletti.
“Io sono il Tre, l’Uno”.

Ghermire la Bianca Sfera della Grande Potenza
Per “ghermire” la Bianca Sfera della Grande Potenza si deve dispiegarla nella sua Potenza e quindi riversarla nel mondo.
Il 15 novembre 2015 capimmo che la Bianca Sfera della Grande Potenza era a livello del 15 e che il Dio Nyarlathotep (a livello del 15) era connesso ad essa. Pertanto, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, evocammo il Dio e la Bianca Sfera andò a collocarsi alla sua sinistra, il lato che c’indica la Potenza (Shakti) del Dio. Poi, egli pronunciò il suo nome oxiano (“Xhiul”, valore numerico 111) e la toccò dolcemente, allora la Bianca Sfera irradiò la sua Grande Potenza nel mondo… la Luce sfolgorante.

Le fiere della terra
Il Dio Nyarlathotep, tra il 13 e il 17 di novembre 2015, diede l’input al migliaio d’entità-matrici alchemiche di replicare se stesse. Esse si replicarono in centocinquanta milioni di fiere… una per ciascun ingiusto.
Il 17 novembre 2015 diedi l’autorizzazione al Dio Nyarlathotep di colpire, tramite le sue fiere, gli ingiusti.

Terza considerazione sull'Edificio naturale-alchemico degli Oxiani
Prendiamo atto che esiste una terza Operazione nell'ambito dell'edificio naturale-alchemico degli Oxiani: l'Operazione Apocalisse (Rivelazione).
Come abbiamo avuto modo di constatare l'Apocalisse omnia - il Libro dei Sette Sigilli costituito da sette "programmi" - viene supportata da un ottavo "programma": la manifestazione dei quattro Cavalieri dell'Apocalisse e di uno strumento extraterrestre.
Questa la manifestazione: Nhuix (nord), Jhain (est), Haak (ovest), Xhiul (sud) e il Nero Cristallo di Astar (centro).


Addendum

La Bacchetta del Potere oscuro
Il 22 novembre 2015 entrai in contatto con la Bacchetta del Potere oscuro, una barretta alchemica oxiana di Luce sfolgorante oscura. Tale Bacchetta genera una corrente di energia nera avente la funzione di colpire gli ingiusti.

L’azione della Bacchetta del Potere oscuro
Il 25 novembre 2015 la Bacchetta del Potere oscuro – la barretta alchemica oxiana di Luce sfolgorante oscura – si diresse verso Gerhard Mantel e dinnanzi a lui proiettò una sfera di energia nera.

La Bacchetta del Potere luminoso
Il 26 novembre 2015 entrai in contatto con la Bacchetta del Potere luminoso, una barretta alchemica oxiana di Luce sfolgorante luminosa. Tale Bacchetta genera una corrente di energia di luce (con riflessi dorati) avente la funzione di aiutare i Giusti.

L’azione della Bacchetta del Potere luminoso
Il 26 novembre 2015 la Bacchetta del Potere luminoso creò 2.474.496 entità di Luce sfolgorante luminosa. Ogni entità coordina ventiquattro Giusti con la funzione di aiutarli.
N.B. – Le entità di Luce sfolgorante luminosa hanno moltiplicato se stesse, in modo esponenziale, per cinque volte (1 – 2 – 4 – 16 – 256), quindi ciascuna di esse ha riprodotto se stessa per 9.666 volte, per un totale di 2.474.496 entità, in relazione ai 59.387.904 Giusti.

La Bacchetta del Potere totale
Il 29 novembre 2015 entrai in contatto con la Bacchetta del Potere totale, una barretta alchemica oxiana di Luce sfolgorante cristallina. Tale Bacchetta genera una corrente di energia di luce cristallina (con riflessi azzurri) avente la funzione di aiutare gli Eletti.

L’azione della Bacchetta del potere totale
Il 29 novembre 2015 la Bacchetta del Potere totale creò un ente maschile di Luce sfolgorante cristallina, un semplice involucro energetico inanimato.

L’attacco contro i fratelli Mantel
Nell’ultimo giorno del mese di novembre del 2015 effettuai l’attacco contro i fratelli Mantel.
Sappiamo che l’energia contenuta nel sigillo magico, diviso in otto settori, esplose all’interno di Felix Mantel e che essa venne messa in sospensione. Ora si deve sapere che l’energia venne contenuta in una sfera creata dall’Arca dell’Alleanza Celeste e, ovviamente, tutte e otto le energie si mescolarono tra loro, dando origine ad un’energia nera contenente un nucleo rosso.
In pratica, il 30 novembre 2015, l’Arca dell’Alleanza Celeste fece uscire dal corpo di Felix Mantel la sfera nera (contenente il nucleo rosso) che si mise dinnanzi a lui. Quindi, le due sfere vennero accostate, cioè vennero messe in contatto in un solo punto della loro superficie. Poi, l’Arca dell’Alleanza Celeste creò un’entità-guardiana maschile di nome “Zhor-Nocx”, costituita di energia naturale-alchemica contenente l’anima nera di energia naturale (lo strato interno è di energia rossa e lo strato esterno è di energia nera). Inoltre, l’Arca dell’Alleanza Celeste mutò la corrente di energia nera che divenne di energia naturale-alchemica. Infine, le due sfere scaricarono dell’energia contro i fratelli Mantel, e quindi s’involarono per svolgere il loro compito di morte contro gli ingiusti.
N.B. – L’invio della corrente di energia di morte contro i fratelli Mantel rappresenta la settima operazione tenebrosa contro i soggetti in questione.

La creazione del Figlio magico
L’1 dicembre 2015 effettuai un’operazione magica avente lo scopo di creare il Figlio magico e per fare ciò animai, con il potere del nome, l’ente maschile inanimato. Inoltre, conferii all’ente un nome magico.
In pratica, mi concentrai sulla parola magica “XHAHX”, contenente la programmazione dell’ente. Poi, pronunciai ad alta voce la parola magica e l’ente ricevette, sulla fronte, un lampo di luce energetica che lo animò. Subito dopo, l’ente venne caricato energeticamente dalla Bacchetta del Potere totale. Infine, dopo qualche ora, conferii all’entità un nome magico: “Axaton”. Tale entità ha la funzione di aiutare, sul piano magico-mondano, i Dodici Eletti.

Dare un’anima alle entità di Luce sfolgorante luminosa
Come l’entità-guardiana oscura Zhor-Nocx è costituita di energia naturale-alchemica, così pure le entità di Luce sfolgorante luminosa devono possedere una parte naturale.
Il 3 dicembre 2015 l’Arca dell’Alleanza Celeste creò l’entità-guardiana luminosa Xhalin-Ahor di energia naturale-alchemica. Poi creò 2.474.496 enti di energia naturale bianca che vennero inseriti all’interno delle entità di Luce sfolgorante luminosa. Infine, essa mutò la corrente di energia luminosa che divenne di energia naturale-alchemica.
N.B. – L’Arca dell’Alleanza Celeste ha creato gli enti, moltiplicandoli in modo esponenziale per cinque volte (1 – 2 – 4 – 16 – 256) e riproducendoli per 9.666 volte.

Dare un’anima al Figlio magico
Il 4 dicembre 2015 l’Arca dell’Alleanza Celeste creò l’ente di nome Zhara, l’anima azzurra costituita di energia naturale. Essa venne inserita all’interno dell’entità Axaton di Luce sfolgorante cristallina. In tal modo il Figlio magico completò se stesso, divenendo l’entità di nome “Zhara-Axaton”. Infine, l’Arca dell’Alleanza Celeste mutò la corrente di energia cristallina che divenne di energia naturale-alchemica.

La creazione delle entità di Luce sfolgorante oscura e della loro anima
Il 5 dicembre 2015 la Bacchetta del Potere oscuro creò 4.166.912 entità di Luce sfolgorante oscura e, contemporaneamente, l’Arca dell’Alleanza Celeste diede a ciascuna di esse l’anima nera di energia naturale (lo strato interno è di energia rossa e lo strato esterno è di energia nera). Ogni entità agisce su trentasei ingiusti con la funzione di colpirli.
N.B. – Le entità di Luce sfolgorante oscura hanno moltiplicato se stesse, in modo esponenziale, per cinque volte (1 – 2 – 4 – 16 – 256), quindi ciascuna di esse ha riprodotto se stessa per 16.277 volte, per un totale di 4.166.912 entità, in relazione ai 150.008.832 ingiusti. Inoltre, l’Arca dell’Alleanza Celeste ha creato le anime nere, seguendo la stessa sequenza procedurale.

Il Dragone Rosso
Sappiamo che la metà destra del Dragone Rosso è di energia naturale (aoùr) è che la metà sinistra è di energia alchemica (theerium platinato). Inoltre, nel ventre del Dragone Rosso venne introdotto un Globo della stessa costituzione energetica. Nel Globo vennero inseriti due Sigilli (“programmi”) riguardanti la Fine dei Tempi: il primo Sigillo contiene un programma alchemico-spaziale, mentre il secondo contiene un programma naturale-temporale. Infine, sulla fronte dell’ottava Testa del Dragone Rosso venne collocato un Diadema: la metà a destra del Diadema è di energia atomica naturale e la metà a sinistra di energia atomica alchemica. Nel Diadema vennero inseriti due programmi, uno naturale ed uno alchemico.
N.B. – Il Dragone Rosso si trova nel Tempio di Argonia, collocato nel cielo, sopra l’Oceano Atlantico e più precisamente nella posizione prevista per l’emersione della quarta isola – quella centrale – del Gran Dragone Scarlatto.

La Donna vestita di Sole
Il 7 marzo 2015 gli Oxiani inserirono un simbolo nella kteis (vagina) di Ver-ion, l’ottava Donna Scarlatta. Trattasi di un simbolo di Luce sfolgorante cristallina che rappresenta la Potenza del Dragone Rosso. La metà a destra del simbolo rappresenta il programma alchemico-spaziale contenuto nel Globo, mentre la metà a sinistra rappresenta il programma di energia atomica alchemica contenuto nel Diadema.

L’azione del simbolo oxiano
Il 7 dicembre 2015 il simbolo oxiano venne rimosso, tramite l’Arca dell’Alleanza Celeste, dalla kteis di Ver-ion. Poi, il simbolo venne inviato nella parte sinistra del corpo del Dragone Rosso e tale parte venne trasmutata, da theerium in Luce sfolgorante cristallina. Di conseguenza venne anche mutata la metà a sinistra della Globo e la metà a sinistra del Diadema. Inoltre, l’ottava Testa del Dragone Rosso apparve più grande rispetto le altre sette. Infine, ci venne comunicato il nome oxiano del Dragone Rosso: Xhiin (valore numerico 131).
N.B. – La definizione generica “Dragone Rosso” rappresenta l’aspetto statico (la programmazione) del Dragone; invece il nome del Dragone rappresenta il suo aspetto dinamico (la manifestazione della programmazione).

Quarta considerazione sull’Edificio naturale-alchemico degli Oxiani
Abbiamo preso atto che nell’ambito dell’edificio naturale-alchemico degli Oxiani esiste una terza Operazione, l’Operazione Apocalisse (Rivelazione). Tale Operazione – ottavo “programma” di supporto – manifesta i quattro Cavalieri dell’Apocalisse (relativi ai quattro punti cardinali) e uno strumento extraterrestre (relativo al centro). Ora prendiamo atto che sopra questa conformazione si staglia l’immagine del Dragone Rosso. Pertanto questa è l’immagine finale che ci autorizza a dichiarare che l’Apocalisse argoniana (settimo “programma”) trova il suo avallo nell’azione della mutazione ultima del Dragone Rosso, mutazione voluta dalla più evoluta razza extraterrestre, l’oxiana.