domenica 13 marzo 2016

23. Il viaggio continua

Domenica 13 marzo 2016
Il viaggio del mago continua, fino al momento in cui egli arriverà al punto d’arrivo.

Panama
Dalla Repubblica Dominicana ci recammo a Panama e lì c’intrattenemmo per nove giorni, dal 19 al 28 gennaio 2016. All’Università di Panama City tenni una conferenza sulle Tradizioni esoteriche ed alcuni giorni dopo emisi, tramite il mio segretario, il Comunicato della Loggia P1.


Comunicato della Loggia P 1

Panama, 27 gennaio 2016

Comunichiamo che la Loggia Propaganda 1 è presente ed operativa, da quattro anni, in America Latina, grazie al lavoro svolto dal Gran Maestro Frank G. Ripel, Capo Internazionale dell’U.M.U. (Unione Massonica Universale) e Capo Internazionale, grado 100, della M.E.A.P.R.M.M. (Massoneria Egiziana dell’Antico e Primitivo Rito di Menphis e Misraim).
Il Gran Maestro Frank Ripel comunica che la Loggia P2 del Fratello Licio Gelli, grado 99, della M.E.A.P.R.M.M. ha cessato definitivamente di operare dall’anno 1982 e che nessun’altra sua manifestazione è presente a livello mondiale.
La Loggia P1 nasce per volontà congiunta tra il Maestro Venerabile Licio Gelli e il Gran Maestro Frank G. Ripel, unico depositario di determinati segreti e finalità operative.

Il Segretario Generale della Loggia P1

Morris Camp 98°

Venezuela
Da Panama City ci recammo in Venezuela… vi arrivammo la sera del 28 gennaio 2016.



Atto finale
Come avevo concluso il mio iter con il Gas verde negativizzato così dovevo concludere il mio iter con il theerium liquido nero.

Una brutta sorpresa
Il 16 maggio 2016 si presentarono alla porta della nostra abitazione delle persone, dicendo di essere dell’immigrazione e di dover fare dei controlli riguardanti i nostri documenti. Li facemmo accomodare, ma dopo le prime battute mi apparve chiaro che si trattava di ben altro… si trattava di poliziotti corrotti della polizia criminale investigativa venezuelana.
In breve: eravamo perfettamente in regola con i documenti, ma siccome avevamo con noi ventimila dollari (faccio notare che essendo in tre potevamo avere fino a trentamila dollari) ci sequestrarono tutto e ci condussero alla centrale di polizia. Qui ci fecero capire, chiaramente, che se non gli davamo i ventimila dollari si sarebbero inventati qualche reato a nostro carico. Dopo qualche ora di estenuanti trattative (dove per impaurirci ci schedarono) chiudevamo la contrattazione a settemila dollari che consegnammo nelle mani dell’infame ispettore di polizia, il settimo uomo di questa lurida operazione… ma non sapevano con chi avevano a che fare.

Una misteriosa febbre
Il 18 maggio 2016 mi esplose una fortissima febbre, pensai che si trattasse di uno stato influenzale, però provai la netta sensazione che qualcosa di strano mi stava accadendo… sentivo di trovarmi in una situazione pericolosa.

L’ultimo residuo di theerium liquido nero
Il 19 maggio 2016 venni a sapere, grazie alla veggente Galbix Red, che il mio stato di malessere aveva determinato la liberazione, dal mio corpo fisico, dell’ultimo residuo di theerium liquido nero, residuo che venne preso dall’Arca dell’Alleanza Celeste. In pratica, come avevo concluso il mio iter con il Gas verde negativizzato così dovevo concludere il mio iter con il theerium liquido nero.

Il batterio
Il 20 maggio 2016 venni a sapere, dopo essere stato ricoverato in una clinica per accertamenti, di aver contratto un batterio che attacca i polmoni e lo stomaco, pertanto venni sottoposto ad un intenso trattamento. Dunque il batterio era stato la causa della mia fortissima febbre.

Il Drago nero universale
Durante la notte del 21 maggio 2016, mentre dormivo, entrai in interazione con un’emanazione energetica derivante dell’Azathoth universale avvolto dallo Shub-Niggurath universale. Da tale interazione nacque un’entità nera dagli occhi rossi di nome Aathoro, il creatore degli eventi.

La vendetta
Sì, si sa! Io sono un essere molto vendicativo, il mio motto è: “Dimenticare mai, vendicarsi sempre”. Ovviamente, i sette poliziotti dovevano pagarla cara, molto cara, pertanto contro di loro vennero inviati nove campi di forza.

Il primo e il secondo campo di forza
Il 22 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con una colonna di intento di morte e un serpente grigio.
La colonna di intento di morte immobilizza la vittima, mentre questa si trova nel mondo dei sogni, e il serpente grigio la attacca.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il terzo e il quarto campo di forza
Il 23 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con un campo di forza ovale ed un’entità.
Il campo di forza ovale agisce sulla percezione della vittima per intorpidirle la mente e l’entità la indebolisce a livello dell’energia vitale.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il quinto e il sesto campo di forza
Il 24 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con una colonna bianca e un drappo bianco.
La colonna bianca crea tensione alla vittima e il drappo bianco le produce pressione nel corpo per generarle dei blocchi energetici.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il settimo e l’ottavo campo di forza
Il 25 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con una colonna di energia ed un’entità.
La colonna di energia induce nella vittima lo stato di dormiveglia e l’entità la attacca.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Il nono campo di forza
Il 26 maggio 2016, in stato di sogno, entrai in interazione con un’entità uscita da una fessura (porta dimensione).
L’entità agisce contro la vittima predestinata.
Ovviamente, tutto ciò venne inviato contro i sette poliziotti.

Ritorno in Repubblica Dominicana
Il 28 maggio 2016 facemmo ritorno in Repubblica Dominicana. Qui decisi di prendere contatto con due delle mie altre tre veggenti, poiché volevo sapere com’era andata a finire con i maledetti sette poliziotti.
N.B. – Si deve sapere che oltre alle tre veggenti italiane (Galbix, Tixian e Nara) dispongo di altre tre veggenti dominicane. Queste ultime hanno la capacità di vedere il passato, il presente e il futuro.

Le altre tre veggenti
Presi contatto con due delle altre tre veggenti, dislocate in Repubblica Dominicana. Tutte e due mi dissero le stesse cose… per quanto riguardava i sette poliziotti mi assicurarono che tre erano stati colpiti, ma non gli altri quattro. Ciò non mi appariva chiaro, non capivo perché solo tre su sette erano stati colpiti dalla mia feroce vendetta. Allora decisi di rivolgermi alle mie tre veggenti ufficiali. Da una (Galbix) di loro mi venne dette che il “Grande Programma” aveva così deciso: “Per gli altri quattro si doveva attendere”.

Nessun commento:

Posta un commento