24. Di nuovo a Las Terrenas

Giovedì 16 giugno 2022
Il giorno 6 maggio 2022 Fran­cis ed io par­tim­mo dall’Ita­lia per ar­ri­va­re nel­la Re­pub­bli­ca Do­mi­ni­ca­na. Dall’aero­por­to di La Ro­ma­na ci di­ri­gem­mo a San­to Do­min­go e il gior­no se­guen­te rag­giun­gem­mo la no­stra de­sti­na­zio­ne: Las Ter­renas.

 
Il nostro residence a Las Terrenas

 
Frank G. Ripel
l’alchimista

 
Panoramica del nostro residence

 
Una delle Donne Scar­lat­te della Gran­de Be­stia 666

 
Foto e filmato effet­tua­ti il 6 giu­gno 2022.
6° giorno del 6° mese dell’an­no 2022 (2 + 0 + 2 + 2 = 6), 666.

 

23. Verità e realtà

Mercoledì 15 dicembre 2021


Al di là di ogni dubbio vi è la ve­ri­tà, ma la ve­ri­tà af­fin­ché sia ta­le de­ve coin­ci­de­re con la realtà.


La verità

Al di là di ogni dubbio stia­mo vi­ven­do in un’epo­ca cao­tica e nel caos re­gna l’in­giu­sti­zia, la vio­len­za, la men­zo­gna, l’ipo­cri­sia, l’igno­ran­za… e chi più né ha più né metta.
In questo regno di caos, po­chi sono gli uo­mi­ni giu­sti, mol­ti gli in­giuvsti che­si di­let­ta­no a per­se­gui­ta­re i giu­sti. Li per­se­gui­ta­no con la men­zo­gna… se non peggio.
Di ciò che sto dicendo pos­so por­tare, com’e­sem­pio, me stes­so. Tre e­sem­pi ba­ste­ran­no a ren­de­re l’idea di ciò che sto dicendo.


Primo esempio: i vili calunniatori

Il primo esempio che vo­glio sot­to­por­re all’at­ten­zione del let­tore ri­guar­da i vi­li calun­nia­tori.
A ri­guar­do dei vi­li calun­nia­to­ri, cito Warren Rogers e Bred Cofield, ex Ca­pi Na­zio­na­li della M.E.­A.­P.R.M.M. negli USA, e­spul­si dal mio Ri­to con di­so­no­re. Essi cer­ca­ro­no di in­fan­ga­re la mia im­ma­gi­ne, di­chia­ran­do il fal­so sulla mia per­so­na. Le loro di­chia­ra­zio­ni, co­me fa­cil­men­te di­mo­stra­bi­le, sono false, sem­pli­ci men­zo­gne ten­den­ti a le­de­re la mia im­magine.
In questo caso ci tro­via­mo di fron­te a dei pu­ri e sem­pli­ci ca­lun­nia­to­ri, ver­mi che stri­scia­no nella melma.


Secondo esempio: gli in­com­pe­ten­ti o peg­gio i di­sin­for­ma­tori

Il secondo esempio che vo­glio sot­to­por­re all’at­ten­zio­ne del let­to­re ri­guar­da gli in­com­pe­ten­ti o peg­gio an­co­ra i di­sin­for­ma­to­ri dell’in­for­ma­zione.
A riguardo degli incom­pe­ten­ti o an­cor peg­gio in me­ri­to ai di­sin­for­ma­to­ri dell’in­for­ma­zio­ne, cito un sog­get­to che ri­spon­de al no­me di Leo Lyon Zagami. Mi ven­ne ri­fe­ri­to che il sog­get­to in que­stio­ne, nel se­con­do vo­lu­me di una sua ope­ra di­vi­sa in tre vo­lu­mi, mi ci­ta­va come un mas­so­ne che si era auto­no­mi­na­to al cen­te­si­mo gra­do. Sem­pli­ce­men­te fal­so: esi­sto­no dei do­cu­men­ti, pub­bli­ca­ti nel mio sito sulla M.E.­A.­P.R.M.M., che di­mo­stra­no come au­to­re­vo­li mas­so­ni mi ave­va­no pro­po­sto di ac­cet­ta­re il gra­do 100 e che io ac­cet­tai. Ma il sog­get­to in que­stio­ne non si ac­con­ten­ta, di­chia­ra anche che non sono ri­co­no­sciu­to da nes­sun cor­po re­go­la­re mas­so­ni­co. Esi­sto­no dei do­cu­men­ti, sem­pre pub­bli­ca­ti nel mio sito sulla M.E.­A.­P.R.M.M., che di­mo­stra­no il con­tra­rio: mol­ti cor­pi mas­so­ni­ci re­go­la­ri han­no stret­to pat­ti di ami­ci­zia e di re­ci­pro­co ri­co­no­sci­men­to con la M.E.­A.­P.R.M.M.
In questo caso ci tro­via­mo di fron­te ad un in­di­vi­duo che nella mi­glio­re delle ipo­te­si è un in­com­pe­ten­te e nella peg­gio­re un di­sin­for­ma­to­re dell’in­for­ma­zio­ne.


Terzo esempio: gli ipocriti in­qui­si­tori

Il terzo esempio che vo­glio sot­to­por­re all’at­ten­zio­ne del let­to­re ri­guar­da gli ipo­cri­ti in­qui­si­tori.
A riguarda degli ipo­cri­ti in­qui­si­to­ri, cito un ar­ti­co­lo ap­par­so in in­ter­net per ope­ra del C.D.D. (co­mi­ta­to di coordi­na­men­to di­fen­dia­mo la de­mo­cra­zia). In esso ven­go tac­cia­to di es­se­re un sog­get­to che pro­ba­bil­men­te sof­fre di un di­stur­bo dis­so­cia­to di iden­ti­tà. Tut­to ciò mi ri­cor­da qual­che co­sa: “Chi non la pen­sa se­con­do cer­ti det­ta­mi è da scre­di­ta­re”.
In questo caso ci tro­via­mo di fron­te a degli ipo­cri­ti in­qui­si­to­ri, in­di­vi­dui la cui de­for­ma­zio­ne mentis sta nel ri­te­ne­re che sono gli uni­ci a de­te­ne­re la ve­ri­tà as­soluta.
N.B. – Mi ricordo di un tem­po pas­sa­to, quan­do l’in­qui­si­zio­ne eli­mi­na­va tut­ti co­lo­ro che non la pen­sa­va­no in un cer­to modo (ve­da­si il caso di Gior­da­no Bru­no). Ai no­stri gior­ni, inve­ce, chi non se­gue cer­ti det­tami è da rin­chiu­de­re in ma­ni­co­mio.

 

22. Il viaggio di ritorno

martedì 14 dicembre 2021
Il 15 aprile 2018 feci ri­tor­no in I­ta­lia. Do­ve­vo rie­sa­mi­na­re la mia o­pe­ra (qui mi ri­fe­ri­sco ai li­bri pub­bli­ca­ti nel nuo­vo mil­len­nio) e por­ta­re a com­pi­men­to la mia te­sti­mo­nian­za, os­sia do­ve­vo com­ple­ta­re il mio com­pi­to, ma per po­ter­lo fa­re do­ve­vo rea­liz­za­re l’o­pe­ra fi­na­le, il mio co­ro­na­mento.
Concepii “Sixtrum” in tre to­mi e ri­vi­si­tai i miei li­bri, fi­no a rea­liz­zar­ne la ste­su­ra fi­na­le, quel­la con im­pres­so il no­me delle e­di­zio­ni (“O­rion”) sul fron­te­spi­zio di o­gni li­bro… e ora pos­so trar­re le de­bi­te con­clu­sio­ni sulla mia in­tera O­pera.

Ventisei Testi e moltissime Co­mu­ni­ca­zio­ni ex­tra­uma­ne.
Nell’ambito della mia esi­sten­za ho ri­ce­vu­to, tra­mi­te dei veg­gen­ti, mol­tis­sime Co­mu­ni­ca­zio­ni ex­tra­uma­ne e ven­ti­sei Testi.
Dei ventisei Testi, undi­ci di es­si fu­ro­no rac­col­ti nell’o­pe­ra in­ti­to­la­ta “An­ti­chi Dei”, poi­ché mi fu­ro­no det­ta­ti sot­to for­ma di rac­con­to e in uno sti­le ap­pa­ren­te­men­te sem­pli­ce, seb­be­ne la lo­ro o­ri­gi­ne sia ex­tra­uma­na. Per­tan­to de­ci­si di ca­ta­lo­gar­li sot­to la di­ci­tu­ra “Te­sti Se­gre­ti”. In­ve­ce, per quan­to con­cer­ne gli al­tri quin­di­ci fu­ro­no rac­col­ti nell’o­pe­ra in­ti­to­la­ta “La Bib­bia di Lu­ci­fe­ro”, poi­ché mi fu­ro­no det­ta­ti in for­ma di sag­gio, in uno sti­le crip­ti­co e com­ples­so. Per­tan­to de­ci­si di ca­ta­lo­gar­li sot­to la di­ci­tu­ra “Te­sti Sa­cri”.
Non esiste nella sto­ria della ma­gia o delle re­li­gio­ni che un ma­go, o un pro­fe­ta o chiun­que al­tro, ab­bia ri­ce­vu­to un si­mi­le nu­me­ro di Testi.

Il Libro di Lucifero.
Nel 2020, dopo aver rice­vu­to mol­tis­si­me Co­mu­ni­ca­zio­ni ex­tra­uma­ne e ven­ti­sei Li­bri, de­ci­si di scri­ve­re un Te­sto Sa­cro, “Apo­ca­lyp­sis Lu­ci­fer”, l’u­ni­co li­bro scrit­to dalla ma­no di Lu­ci­fe­ro in per­sona.

La prima parte della Gran­de O­pe­ra: la Ma­gia na­tu­rale.
Nell’ambito della Magia na­tu­ra­le ho stu­dia­to e pra­ti­ca­to tut­te le fon­da­men­ta­li Tra­di­zio­ni e­so­te­ri­che e la ma­gia, il tes­su­to con­net­ti­vo che le tie­ne u­ni­te. I­nol­tre, so­no riu­sci­to a ri­por­tar­le al lo­ro an­ti­co splen­do­re in rap­por­to alla Tra­di­zio­ne Pri­mor­dia­le dell’E­tà del­l’Oro.
Nove sono le Tradizioni e­so­te­ri­che fon­da­men­ta­li, set­te le ho riu­ni­te sot­to il no­me “Dra­co­ni­smo” e l’ot­ta­va (Na­gua­li­smo) l’ho di­vi­sa in due par­ti: “Na­gua­li­smo” e “Ix­la­nismo”.
N.B. – Le sette Tradizioni eso­te­ri­che che ho riu­ni­to sot­to il no­me “Dra­co­ni­smo” so­no: Ye­zi­di­smo, Drui­di­smo, Yo­ga Tao­ismo, Er­me­ti­smo, Al­chi­mia, Cab­bala.

La seconda parte della Gran­de O­pe­ra: la Ma­gia al­che­mica.
Nell’ambito della Magia al­che­mi­ca ho e­la­bo­ra­to – con l’aiu­to dell’Ar­ca dell’Al­lean­za Ce­le­ste – un si­ste­ma ma­gi­co-ini­zia­ti­co in rap­por­to alla “Tra­di­zio­na­le Co­no­scen­za” dell’E­tà del Pla­tino.
N.B. – La “Tradizionale Co­no­scen­za” dell’E­tà del Pla­ti­no è sta­ta da me bat­tez­za­ta con il no­me “Dia­man­tismo”.

La Grande Opera.
La Grande Opera è costi­tui­ta dall’u­nio­ne della Ma­gia na­tu­ra­le con la Ma­gia al­che­mi­ca, in mo­do ta­le da rea­liz­za­re la Ma­gia na­tu­ra­le-al­che­mica.

 

21. Il viaggio continua

Domenica 13 marzo 2016
Il viaggio del mago continua, fi­no al mo­men­to in cui egli ar­ri­ve­rà al pun­to d’ar­rivo.

Panama
Dalla Repubblica Dominicana ci re­cam­mo a Pa­na­ma e lì c’in­trat­te­nem­mo per no­ve gior­ni, dal 19 al 28 gen­naio 2016. All’U­ni­ver­si­tà di Pa­na­ma Ci­ty ten­ni una con­fe­ren­za sulle Tra­di­zio­ni e­so­te­ri­che ed al­cu­ni gior­ni do­po e­mi­si, tra­mi­te il mio se­gre­ta­rio, il Co­mu­ni­ca­to della Log­gia P1.

Comunicato della Loggia P1
Panama, 27 gennaio 2016

Comunichiamo che la Loggia Pro­pa­gan­da 1 è pre­sen­te ed o­pe­ra­ti­va, da quat­tro an­ni, in A­me­ri­ca La­ti­na, gra­zie al la­vo­ro svol­to dal Gran Mae­stro Frank G. Ri­pel, Ca­po In­ter­na­zio­na­le dell’U.­M.U. (U­nio­ne Mas­so­ni­ca U­ni­ver­sa­le) e Ca­po In­ter­na­zio­na­le, gra­do 100, della M.E.­A.­P.R.M.M. (Mas­so­ne­ria E­gi­zia­na dell’An­ti­co e Pri­mi­ti­vo Ri­to di Mem­phis e Mi­sraïm).
Il Gran Maestro Frank Ripel co­mu­ni­ca che la Log­gia P2 del Fra­tel­lo Li­cio Gel­li, gra­do 99, della M.E.­A.­P.R.M.M. ha ces­sa­to de­fi­ni­ti­va­men­te di o­pe­ra­re dall’an­no 1982 e che nes­sun’al­tra sua ma­ni­fe­sta­zio­ne è pre­sen­te a li­vel­lo mon­diale.
La Loggia P1 nasce per volontà con­giun­ta tra il Mae­stro Ve­ne­ra­bi­le Li­cio Gel­li e il Gran Mae­stro Frank G. Ri­pel, u­ni­co de­po­si­ta­rio di de­ter­mi­na­ti se­gre­ti e fi­na­li­tà o­pe­ra­tive.

Il Segretario Generale della Log­gia P1

Morris Camp 98°

Venezuela
Da Panama City ci recam­mo in Ve­ne­zue­la… vi ar­ri­vam­mo la se­ra del 28 gen­naio 2016.



Atto finale
Come avevo concluso il mio i­ter con il Gas ver­de ne­ga­ti­viz­za­to co­sì do­ve­vo con­clu­de­re il mio i­ter con il theerium li­qui­do nero.

Una brutta sorpresa
Il 16 maggio 2016 si presen­ta­ro­no alla por­ta della no­stra a­bi­ta­zio­ne delle per­so­ne, di­cen­do di es­se­re dell’im­mi­gra­zio­ne e di do­ver fa­re dei con­trol­li ri­guar­dan­ti i no­stri do­cu­men­ti. Li fa­cem­mo ac­co­mo­da­re, ma do­po le pri­me bat­tu­te mi ap­par­ve chia­ro che si trat­ta­va di ben al­tro… si trat­ta­va di po­li­ziot­ti cor­rot­ti della po­li­zia cri­mi­na­le in­ve­sti­ga­ti­va ve­ne­zue­lana.
In breve: eravamo perfetta­men­te in re­go­la con i do­cu­men­ti, ma sic­co­me a­ve­va­mo con noi ven­ti­mi­la dol­la­ri (fac­cio no­ta­re che es­sen­do in tre po­te­va­mo a­ve­re fi­no a tren­ta­mi­la dol­la­ri) ci se­que­stra­ro­no tut­to e ci con­dus­se­ro alla cen­tra­le di po­liz­ia. Qui ci fe­ce­ro ca­pi­re, chia­ra­men­te, che se non gli da­va­mo i ven­ti­mi­la dol­la­ri si sa­reb­be­ro in­ven­ta­ti qual­che rea­to a no­stro ca­ri­co. Do­po qual­che ora di e­ste­nuan­ti trat­ta­ti­ve (do­ve per im­pau­rir­ci ci sche­da­ro­no) chiu­de­va­mo la con­trat­ta­zio­ne a set­te­mi­la dol­la­ri che con­se­gnam­mo nelle ma­ni dell’in­fa­me i­spet­to­re di po­li­zia, il set­ti­mo uo­mo di que­sta lu­ri­da o­pe­ra­zio­ne… ma non sa­pe­va­no con chi a­ve­va­no a che fare.

Una misteriosa febbre
Il 18 maggio 2016 mi esplo­se una for­tis­si­ma feb­bre, pen­sai che si trat­tas­se di uno sta­to in­fluen­za­le, pe­rò pro­vai la net­ta sen­sa­zio­ne che qual­co­sa di stra­no mi sta­va ac­ca­den­do… sen­ti­vo di tro­var­mi in una si­tua­zio­ne pe­ri­co­lo­sa.

L’ultimo residuo di theerium liquido nero
Il 19 maggio 2016 venni a sa­pe­re, gra­zie alla veg­gen­te Gal­bix Red, che il mio sta­to di ma­les­se­re a­ve­va de­ter­mi­na­to la li­be­ra­zio­ne, dal mio cor­po fi­si­co, dell’ul­ti­mo re­si­duo di theerium li­qui­do ne­ro, re­si­duo che ven­ne pre­so dall’Ar­ca dell’Al­lean­za Ce­le­ste. In pra­ti­ca, co­me a­ve­vo con­clu­so il mio i­ter con il Gas ver­de ne­ga­ti­viz­za­to co­sì do­ve­vo con­clu­de­re il mio i­ter con il theerium li­qui­do nero.

Il batterio
Il 20 maggio 2016 venni a sa­pe­re, do­po es­se­re sta­to ri­co­ve­ra­to in una cli­ni­ca per ac­cer­ta­men­ti, di a­ver con­trat­to un bat­te­rio che at­tac­ca i pol­mo­ni e lo sto­ma­co, per­tan­to ven­ni sot­to­po­sto ad un in­ten­so trat­ta­men­to. Dun­que il bat­te­rio era sta­to la cau­sa della mia for­tis­si­ma febbre.

Il Drago nero universale
Durante la notte del 21 mag­gio 2016, men­tre dor­mi­vo, en­trai in in­te­ra­zio­ne con un’e­ma­na­zio­ne e­ner­ge­ti­ca de­ri­van­te dell’A­za­thoth u­ni­ver­sa­le av­vol­to dallo Shub-Nig­gurath u­ni­ver­sa­le. Da ta­le in­te­ra­zio­ne nac­que un’en­ti­tà ne­ra dagli oc­chi ros­si di no­me Aathoro, il crea­to­re degli e­venti.

La vendetta
Sì, si sa! Io sono un esse­re mo­lto ven­di­ca­ti­vo, il mio mot­to è: “Di­men­ti­ca­re mai, ven­di­car­si sem­pre”. Ov­via­men­te, i set­te po­li­ziot­ti do­ve­va­no pa­gar­la ca­ra, mol­to ca­ra, per­tan­to con­tro di lo­ro ven­ne­ro in­via­ti no­ve cam­pi di forza.

Il primo e il secondo campo di forza
Il 22 maggio 2016, in sta­to di so­gno, en­trai in in­te­ra­zio­ne con una co­lon­na di in­ten­to di mor­te e un ser­pen­te grigio.
La colonna di intento di mor­te im­mo­bi­liz­za la vit­ti­ma, men­tre que­sta si tro­va nel mon­do dei so­gni, e il ser­pen­te gri­gio la at­tacca.
Ovviamente, tutto ciò ven­ne in­via­to con­tro i set­te po­li­ziotti.

Il terzo e il quarto campo di forza
Il 23 maggio 2016, in sta­to di so­gno, en­trai in in­te­ra­zio­ne con un cam­po di for­za o­va­le ed un’en­tità.
Il campo di forza ovale a­gi­sce sulla per­ce­zio­ne della vit­ti­ma per in­tor­pi­dir­le la men­te e l’en­ti­tà la in­de­bo­li­sce a li­vel­lo dell’e­ner­gia vi­tale.
Ovviamente, tutto ciò ven­ne in­via­to con­tro i set­te po­li­ziotti.

Il quinto e il sesto campo di forza
Il 24 maggio 2016, in sta­to di so­gno, en­trai in in­te­ra­zio­ne con una co­lon­na bian­ca e un drap­po bianco.
La colonna bianca crea ten­sio­ne alla vit­ti­ma e il drap­po bian­co le pro­du­ce pres­sio­ne nel cor­po per ge­ne­rar­le dei bloc­chi e­ner­getici.
Ovviamente, tutto ciò ven­ne in­via­to con­tro i set­te po­li­ziotti.

Il settimo e l’ottavo campo di forza
Il 25 maggio 2016, in sta­to di so­gno, en­trai in in­te­ra­zio­ne con una co­lon­na di e­ner­gia ed un’en­tità.
La colonna di energia indu­ce nella vit­ti­ma lo sta­to di dor­mi­ve­glia e l’en­ti­tà la at­tacca.
Ovviamente, tutto ciò ven­ne in­via­to con­tro i set­te po­li­ziotti.

Il nono campo di forza
Il 26 maggio 2016, in sta­to di so­gno, en­trai in in­te­ra­zio­ne con un’en­ti­tà u­sci­ta da una fes­su­ra (por­ta di­men­sio­ne).
L’entità agisce contro la vit­ti­ma pre­de­sti­nata.
Ovviamente, tutto ciò ven­ne in­via­to con­tro i set­te po­li­ziotti.

Ritorno in Repubblica Dominicana
Il 28 maggio 2016 facemmo ri­tor­no in Re­pub­bli­ca Do­mi­ni­ca­na. Qui de­ci­si di pren­de­re con­tat­to con due delle mie al­tre tre veg­gen­ti, poi­ché vo­le­vo sa­pe­re com’era an­da­ta a fi­ni­re con i ma­le­det­ti set­te po­li­ziotti.
N.B. – Si deve sapere che ol­tre alle tre veg­gen­ti i­ta­lia­ne (Gal­bix, Ti­xian e Na­ra) di­spon­go di al­tre tre veg­gen­ti do­mi­ni­ca­ne. Que­ste ul­ti­me han­no la ca­pa­ci­tà di ve­de­re il pas­sa­to, il pre­se­nte e il fu­turo.

Le altre tre veggenti
Presi contatto con due delle al­tre tre veg­gen­ti, di­slo­ca­te in Re­pub­bli­ca Do­mi­ni­ca­na. Tut­te e due mi dis­se­ro le stes­se co­se… per quan­to ri­guar­da­va i set­te po­li­ziot­ti mi as­si­cu­ra­ro­no che tre e­ra­no sta­ti col­pi­ti, ma non gli al­tri quat­tro. Ciò non mi ap­pa­ri­va chia­ro, non ca­pi­vo per­ché so­lo tre su set­te e­ra­no sta­ti col­pi­ti dalla mia fe­ro­ce ven­det­ta. Al­lo­ra de­ci­si di ri­vol­ger­mi alle mie tre veg­gen­ti uf­fi­cia­li. Da una (Gal­bix) di lo­ro mi ven­ne det­to che il “Gran­de Pro­gram­ma” a­ve­va co­sì de­ci­so: “Per gli al­tri quat­tro si do­ve­va at­ten­dere”.


 

20. Gli Eremiti

Martedì 13 ottobre 2015

Analies, la nona Donna Scarlat­ta della Gran­de Be­stia 666

 
Ver-ion, l'ottava Donna Scarlat­ta della Gran­de Be­stia 666

 
Soveida, la settima Donna Scarlat­ta della Gran­de Be­stia 666


 
Guarda! Questi sono misteri gra­vi; poi­ché ci so­no an­che dei miei a­mi­ci che so­no e­re­mi­ti. Ora non pen­sa­re di tro­var­li nella fo­re­sta o sulla mon­ta­gna; ma in let­ti di por­po­ra, ac­ca­rez­za­ti da ma­gni­fi­che be­stie di don­ne con gran­di mem­bra, e fuo­co e lu­ce nei lo­ro oc­chi, e am­mas­si di ca­pel­li fiam­meg­gian­ti at­tor­no a lo­ro; là tu li tro­ve­rai. Tu li ve­drai alla gui­da, in ar­ma­te vit­to­rio­se, a tut­te le gio­ie; e ci sa­rà in lo­ro una gio­ia un mi­lio­ne di vol­te più gran­de di que­sta [la let­tu­ra del Li­ber AL vel Le­gis]. Guar­da­ti af­fin­ché l'uno non for­zi l'al­tro, Re con­tro Re! A­ma­te­vi l'un l'al­tro con cuo­ri ar­den­ti; cal­pe­sta gli uo­mi­ni vol­ga­ri nel­la fu­rio­sa bra­ma del tuo or­go­glio, nel gior­no della tua col­lera. (AL, II, 24.)

 

19. Dossier Mantel

Domenica 13 settembre 2015
Questo dossier riguarda i fratel­li Man­tel, e­brei sviz­ze­ri del can­to­ne te­desco.
Esso è una chiara denun­cia per quan­to ri­guar­da il mon­do dell'al­ta fi­nan­za e di cer­ti spe­cu­la­to­ri che muo­vo­no nel mon­do cen­ti­naia di mi­liar­di di dol­lari... a di­scap­ito dei più!

Dossier Mantel
Nel 2013 il mio amico – il pay-master A.M. – a­vreb­be do­vu­to es­se­re pa­ga­to per la ci­fra di cir­ca un mi­liar­do di dol­lari dai fra­tel­li Man­tel. Que­sta ci­fra ri­guar­da­va la ven­di­ta di bonds sto­ri­ci o l’in­ve­sti­men­to di ta­li fon­di in una ser­ie di PPI... ma ciò non av­ven­ne. I Man­tel co­min­cia­ro­no a tro­va­re scu­san­ti di o­gni ti­po e ge­ne­re per al­lun­ga­re i tem­pi e pro­ba­bil­men­te per po­ter con­ti­nua­re nelle lo­ro spe­cu­la­zioni...

Tentativo di corruzione – in da­ta 7 di­cem­bre 2014 – da par­te di uno dei due fra­tel­li Man­tel nei con­fron­ti del pay-master A.M.
"I will bring you Euro 1,0 Million in cash, all in denominations of Euro 200 — as a first front-Up-Payment. Please hold this information for you. The exact data I let you know, I will arrive with private Jet".

La risposta del pay-master A.M.
"IN THE FULL ABSENCE OF YOUR CLARIFICATIONS, I AM OBLIGED TO CONSIDER YOUR PROPOSAL AS IT IS LETTERALLY: AN ILLEGAL AND INDECENT PROPOSAL. I CANNOT ACCEPT A PERSONAL PAYMENT. I CAN ACCEPT TO BE PAID THROUGHOUT THE TRANSACTION TRUSTEE NOTARY A. J. ONLY, AFTER THE NOTARY WILL HAVE SCHEDULED FEW APPOINTMENTS WITH ALL THE PARTIES".
Quello che dichiara - in data 10 luglio 2015 - il portavoce dei fratelli Mantel, certo N.S.
"Sirs Yesterday I had a meeting with G. Mantel ‎re historical bonds payments submitted to Dr J. 26 months ago G. told me that these funds for payment are available in the bank already but they are blocked at the moment due to some technical and red tap from governments and bank, all are working ‎to solve this situation and an agreement should be reached soon In the mean time G. sold his own TOV s and should have the first trance of payments end of next week this way he would be able to make first payments for the Chinese bonds we submitted to J. 26 months ago G. is also tiered and fed up of this situation and yesterday he really look tiered and fed up, this is the reason he sold the TOV as he knows well this transaction took too long, We have to wait till end of next week and we will have further information from G. and what to do next".

La risposta del pay-master al por­ta­vo­ce dei Man­tel
"ANYWAY OUR INFORMATION ARE DIFFERENT:
1) THERE IS NO GOVERNAMENTAL BLOCK ON ANY MANTELS' FUNDS;
2) MANTELS HAVE INVESTED OUR FUNDS (AND ALL THE FUNDS OF THE 150 BONDS PLATFORM) INTO SERIES OF PPI'S (STANDARDS AND BULLETS) AND INTO OVERNIGHT'S INVESTMENTS.
3) THEY HAVE USED ALSO PARTS OF THIS FUNDS IN ALTERNATIVE REAL ESTATE'S BUILDINGS IN SWITZERLAND AND LIECHTENSTEIN.
4) THEY HAVE USED ALSO DIFFERENT COMPANIES AND NOT ALSO WBM IMM. TO DO THESE INVESTMENTS.
5) THE PROPOSAL TO PAY US USING THE FUNDS COMING FROM ANOTHER DEAL MEANS ONLY THEY WANT STILL TO GAIN TIME AND EVEN THOUGH THEY WILL PAY US A DOWN PAYMENT UNDER THE FAKE LEGAL FORM OF A LOAN (BUT I DON'T BELIEVE THIS) THEY DO NOT WANT TO CONFESS US THEY HAVE
ALREADY GOTTEN OUR FUNDS SINCE YEARS FROM THE PPI STARTED WITH THE FED ID NO. GIVEN BY U.S. FED AT THE DATE OF 31.7.2013 AND SENT BY SWIFT AT AXA BANK BRUXELLES THE 1ST AUGUST 2013 AND THEN THEY WILL VERY PROBABLY WILL NOT PAY US THE BALANCE EVER..."

Da tutto ciò si evince che i fra­tel­li Man­tel sono degli in­di­vi­dui spre­ge­vo­li, men­ti­to­ri, cor­rut­to­ri e pro­ba­bil­men­te truf­fa­to­ri, per­tan­to e­met­to la Bol­la Ne­ra di con­dan­na a morte.


Sovrano Santuario dell’O.C.I.
Bolla Nera
 
Io, Frank G. Ripel, condanno a mor­te i fra­tel­li Man­tel co­me tra­di­to­ri del ge­ne­re u­ma­no, tra­mi­te l’in­vio dell’e­ner­gia ne­ra. Essa col­pi­rà pri­ma uno dei due fra­tel­li e poi l’altro.
Frank G. Ripel
– 100° grado –
Capo Internazionale
dell’U­nio­ne Mas­so­ni­ca U­ni­ver­sale

N.B. - Per chi è interessato: sa­rò lie­to di for­ni­re, pri­va­ta­men­te, tut­ti i da­ti ri­guar­dan­ti i fra­tel­li Man­tel (fo­to­gra­fie, da­ti a­na­gra­fi­ci e do­ve vi­vono).


I criminali Mantel
Dopo la pubblicazione del "Dos­sier Man­tel" mi per­ven­ne la mi­nac­cia da par­te dell'e­breo Ge­rhard Man­tel, che ri­por­to qui di se­gui­to in da­ta 13/9/2015.
 
But we know, you are a bloody Spaghetti, and the ISIS will visite and help you, little fucking bastard. Such kind of people will cut at first your eggs and afterwards you have to eat them before they cut your head.
Believe me, Italian bastards can only do fakes, moneylaundering and transport people from the arabian countries to Europe. But such kind of people will burn in the hell.
You write only big BS, because your are stupid and you understand nothing. And by the way: The prices for one Super-Petchili is now by USD 20,0 Million per piece. But only the true ones. The others are cheaper.
KR
Gerhard Mantel

La mia risposta a Gerhard Mantel
Gerhard Mantel
Tu non puoi nulla contro di me.
Io posso tutto contro di te.
Tu non hai la minima idea con che raz­za di Be­stia hai a che fa­re, ma pre­sto lo sa­prai.
Ti scatenerò contro l'inferno.
Ti schiaccerò come si schiac­cia­no i lu­ri­di ver­mi schi­fosi.
 
E ancora l’11/12/2015:

La risposta di Gerhard Mantel
“Please visit us, or we will find you. Afterwards we pull you out your trousers, that we can see your eggs and penis, and afterwards we make nice small fire under your eggs. See the movie, “Chatos Land” Charles Bronson. You will suffer during 30 days and you will pray to your devil, that we will break your neck”.

La mia replica a Gerhard Mantel
L’11 dicembre 2015 inviai il se­guen­te e-mail ai fra­tel­li Mantel.
“Venite pure a cercarmi a Haiti, se vo­le­te vi do l’in­di­riz­zo esatto… vi a­spet­tiamo.
“Tutti i miei nemici, trami­te la ma­gia, so­no mor­ti tra a­tro­ci sof­fe­ren­ze, ora toc­ca a voi… lu­ri­di ver­mi schi­fosi”.


Dinnanzi a questa situazio­ne ri­ten­go mio do­ve­re de­nun­cia­re pub­bli­ca­men­te que­sto cri­mi­na­le tra­mi­te la pub­bli­ca­zio­ne della se­con­da par­te del dos­sier Man­tel: "I cri­mi­na­li Mantel".
Abbiamo dimostrato - nella pri­ma par­te del dos­sier Man­tel - che Ge­rhard Man­tel è un cor­rut­to­re, men­ti­to­re e pro­ba­bil­men­te un truf­fa­to­re, in po­che pa­ro­le un cri­mi­nale.
Ora si deve sapere che un cer­to se­na­to­re del go­ver­no sviz­ze­ro è il cu­gi­no dei fra­tel­li Man­tel. Egli è il Board Di­rector di una no­ta ban­ca bel­ga (qui sot­to ci­ta­ta tra le al­tre). Le mie fon­ti mi han­no ri­fe­ri­to che la ban­ca a­ve­va un bu­co di 2.000 bi­lion che è sta­to co­per­to di re­cente.
Tutto ciò non vi dice nulla? A me di­ce mol­to.
Le mie fonti mi hanno rife­ri­to che i fra­tel­li Man­tel, in que­sto af­fa­re, han­no la­vo­ra­to con WAL­LI­SER KAN­TO­NAL­BANK DI BER­NA, HSBC ZU­RI­GO, AXA Bank BRU­XEL­LES e Nor­dea Bank OSLO (la ban­ca do­ve si con­ser­va la mag­gior quan­ti­tà di de­na­ro), e an­che DEUT­SCHE BANK - POST­BANK a Han­no­ver, Ger­mania.
Ritengo che le autorità sviz­ze­re deb­ba­no far lu­ce su que­sta fac­cen­da... ci vuo­le un va­len­te ma­gi­stra­to che dia av­vio a delle in­da­gi­ni (ve­da­si il ca­so del ma­gi­stra­to An­to­nio Di Pie­tro che die­de av­vio, in I­ta­lia, a "ma­ni pu­lite").
Nota.
Esiste una terza par­te del dos­sier Man­tel, ma que­sta par­te ver­rà con­se­gna­ta agli or­ga­ni com­pe­tenti...

 

18. Operazione Babalon

domenica 15 giugno 2014
Operazione Babalon
Nell’Apocalisse viene det­to che sul­la fron­te della Don­na Scar­lat­ta sta scrit­to “Ba­by­lon” (Ba­bi­lo­nia), un no­me mi­ste­rio­so… e que­sto no­me è mi­ste­rio­so per­ché ce­la l’e­sat­to no­me, ov­ve­ro “Ba­ba­lon”, il no­me della Me­re­tri­ce (let­te­ral­men­te “a­ma­ta”) di Ba­bi­lo­nia (“Ba­by­lon”, let­te­ral­men­te “la Por­ta degli Dei”).
Mi ci sono voluti tren­tu­no an­ni – dal di­cem­bre 1982 al di­cem­bre 2013 – per re­a­liz­za­re l’O­pe­ra­zio­ne Ba­ba­lon (for­mu­la della Lu­ce e for­mu­la della Te­ne­bra), il po­te­re an­ti­cri­stia­no che di­strug­ge­rà la Chie­sa di Pietro.
La Meretrice di Babilonia: la for­mu­la della Luce
La Donna Scarlatta (lumi­no­sa) ca­val­ca Le­via­than (nell’a­spet­to ma­schi­le), il Gran Dra­go­ne Scar­lat­to, la Be­stia Sel­vag­gia dalle Ot­to Te­ste e Tre­di­ci Cor­na. Ella è ve­sti­ta di ros­so, in­dos­sa gio­iel­li e tie­ne nella ma­no de­stra una Cop­pa e con la si­ni­stra sor­reg­ge un Li­bro a­perto.
Interpretazione: la Don­na Scar­lat­ta (lu­mi­no­sa) rap­pre­sen­ta la Lus­su­ria. Ella, con la for­za della Be­stia, do­mi­na le pas­sio­ni e gli i­stin­ti. Nella sua Cop­pa vie­ne ver­sa­to il San­gue dei San­ti e il Li­bro è quel­lo della Ri­ve­la­zio­ne (A­po­ca­lisse).

La formula di B.A.B.A.L.On.
Il nome “Babalon” signi­fi­ca “Por­ta del So­le” e il va­lo­re ca­ba­li­sti­co delle sue let­te­re (B.A.­B.A.­L.On.) è 87.
Il nome della Meretrice (“A­ma­ta”) lu­mi­no­sa di Ba­bi­lo­nia (“Po­rta degli Dei”) è Ishtar (la dea Ve­ne­re), la Don­na Scar­lat­ta Ba­ba­lon (Ve­ne­re – Leo­ne) che si ma­ni­fe­sta in due a­spet­ti: So­phia ma­dre (Gal­bix Red – Leo­ne) e So­phia figlia (Ti­xian Dark – Leo­ne).


Galbix Red, la Sophia madre

 
Tixian Dark, la Sophia figlia

  La Meretrice di Babilonia: la for­mu­la della Te­ne­bra
La Donna Scarlatta (tenebro­sa) ca­val­ca Le­via­than (nell’a­spet­to fem­mi­ni­le), il Ser­pen­te Ver­de, la Be­stia Sel­vag­gia dalle Set­te Te­ste e Die­ci Cor­na. Ella è ve­sti­ta di ros­so, in­dos­sa gio­iel­li e tie­ne nella ma­no si­ni­stra una cop­pa d’oro, col­ma della sua for­ni­ca­zione.
Interpretazione: la Don­na Scar­lat­ta (te­ne­bro­sa) rap­pre­sen­ta la lus­su­ria. Ella, con la for­za della Be­stia, di­strug­ge la Chie­sa di Pie­tro. La sua Cop­pa è col­ma della for­ni­ca­zio­ne da lei ge­ne­rata.

La formula di B.A.B.A.L.O.N.
Il Serpente Verde Le­via­than, la Be­stia Sel­vag­gia dalle Set­te Te­ste e Die­ci Cor­na, ce­la il se­gre­to dell’un­di­ce­si­mo Cor­no, il pic­co­lo Cor­no, rap­pre­sen­ta­to dalla Ba­ba­lon ne­ra, la Me­re­tri­ce te­ne­bro­sa di Ba­bi­lo­nia.
Il nome “Babalon” signi­fi­ca “Por­ta del So­le” e il va­lo­re ca­ba­li­sti­co delle sue let­te­re (B.A.­B.A.­L.O.N.) è 156.
Il nome della Meretrice (“A­ma­ta”) te­ne­bro­sa di Ba­bi­lo­nia (“Por­ta degli Dei”) è So­vei­da (va­lo­re nu­me­ri­co 156), la Don­na Scar­lat­ta Ba­ba­lon (Lu­na – Bi­lan­cia) che si ma­ni­fe­sta in due a­spet­ti: Nahe­mah (Lu­na pie­na – Sa­git­ta­rio) e Li­lith (Lu­na nuo­va – Scor­pio­ne).

Soveida, la Babalon nera

 
La visione di questo vi­deo è scon­si­glia­ta ai de­bo­li di cuo­re e ai bam­bini.