23. Verità e realtà

Mercoledì 15 dicembre 2021


Al di là di ogni dubbio vi è la verità, ma la verità affinché sia tale deve coincidere con la realtà.


La verità

Al di là di ogni dubbio stiamo vivendo in un’epoca caotica e nel caos regna l’ingiustizia, la violenza, la menzogna, l’ipocrisia, l’ignoranza… e chi più né ha più né metta.
In questo regno di caos, pochi sono gli uomini giusti, molti gli ingiusti che si dilettano a perseguitare i giusti. Li perseguitano con la menzogna… se non peggio.
Di ciò che sto dicendo posso portare, com’esempio, me stesso. Tre esempi basteranno a rendere l’idea di ciò che sto dicendo.


Primo esempio: i vili calunniatori

Il primo esempio che voglio sottoporre all’attenzione del lettore riguarda i vili calunniatori.
A riguardo dei vili calunniatori, cito Warren Rogers e Bred Cofield, ex Capi Nazionali della M.E.P.R.M.M. negli USA, espulsi dal mio Rito con disonore. Essi cercarono di infangare la mia immagine, dichiarando il falso sulla mia persona. Le loro dichiarazioni, come facilmente dimostrabile, sono false, semplici menzogne tendenti a ledere la mia immagine.
In questo caso ci troviamo di fronte a dei puri e semplici calunniatori, vermi che strisciano nella melma.


Secondo esempio: gli incompetenti o peggio i disinformatori

Il secondo esempio che voglio sottoporre all’attenzione del lettore riguarda gli incompetenti o peggio ancora i disinformatori dell’informazione.
A riguardo degli incompetenti o ancor peggio in merito ai disinformatori dell’informazione, cito un soggetto che risponde al nome di Leo Lyon Zagami. Mi venne riferito che il soggetto in questione, nel secondo volume di una sua opera divisa in tre volumi, mi citava come un massone che si era autonominato al centesimo grado. Semplicemente falso: esistono dei documenti, pubblicati nel mio sito sulla M.E.A.P.R.M.M., che dimostrano come autorevoli massoni mi avevano proposto di accettare il grado 100 e che io accettai. Ma il soggetto in questione non si accontenta, dichiara anche che non sono riconosciuto da nessun corpo regolare massonico. Esistono dei documenti, sempre pubblicati nel mio sito sulla M.E.A.P.R.M.M., che dimostrano il contrario: molti corpi massonici regolari hanno stretto patti di amicizia e di reciproco riconoscimento con la M.E.A.P.R.M.M.
In questo caso ci troviamo di fronte ad un individuo che nella migliore delle ipotesi è un incompetente e nella peggiore un disinformatore dell’informazione.


Terzo esempio: gli ipocriti inquisitori

Il terzo esempio che voglio sottoporre all’attenzione del lettore riguarda gli ipocriti inquisitori.
A riguarda degli ipocriti inquisitori, cito un articolo apparso in internet per opera del C.D.D. (comitato di coordinamento difendiamo la democrazia). In esso vengo tacciato di essere un soggetto che probabilmente soffre di un disturbo dissociato di identità. Tutto ciò mi ricorda qualche cosa: “Chi non la pensa secondo certi dettami è da screditare”.
In questo caso ci troviamo di fronte a degli ipocriti inquisitori, individui la cui deformazione mentis sta nel ritenere che sono gli unici a detenere la verità assoluta.
N.B. – Mi ricordo di un tempo passato, quando l’inquisizione eliminava tutti coloro che non la pensavano in un certo modo (vedasi il caso di Giordano Bruno). Ai nostri giorni, invece, chi non segue certi dettami è da rinchiudere in manicomio.

Nessun commento:

Posta un commento